Turchia, la statua del principe che si fa i selfie

d0bb13ab-5c2f-480c-ab5b-412e743f144d_16x9_600x338

La mania dei selfie sta prendendo un po' troppo la mano. Ne è una prova questa statua che si trova in Turchia che è diventata una meta turistica per gli appassionati dell'autoscatto - perchè questo vuol dire selfie - ma anche oggetto di numerose polemiche.

La statua si trova ad Amasya e raffigura un principe Ottomano mentre si scatta una foto con il cellulare. La scultura in acciaio è stata voluta dal Comune di questa città di circa  centomila abitanti nel nord del Paese non lontano dal mar Nero, ed è stata collocata sabato la scultura in acciaio è stata collocata sabato 9 maggio nella piazza della città, attirando subito numerosi curiosi e tanti critici.

La statua, infatti, è un mix di iconografia antica e moderna che a molti suscita ilarità e ha irritato non pochi tradizionalisti: il principe, infatti, vestito con abiti ottomani,  tiene la mano sinistra sulla spada nel fodero mentre con  il braccio destro si scatta  una foto con un anacronistico smartphone.


Un accostamento di epoche che ne ha fatto subito un'attrazione per turisti e sul web, con centinaia di post divertiti ma anche critici per la rivisitazione della memoria dell'impero ottomano, visto che proprio ad Amasya alcuni principi venivano educati e la città ha dato i natali ad alcuni sultani.
Un'attenzione che però ha costretto le autorità a transennare la statua e assegnarle la sorveglianza della polizia dopo che domenica un vandalo ha spezzato il cellulare e l'altro giorno è stata danneggiata anche la spada.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO