Il Vaporetto dell'Arte a Venezia, la mappa

Il comune di Venezia ha lanciato un nuovo servizio pubblico di trasporto, che per una volta non è dedicato ai cittadini residenti, ma ai turisti. Il servizio si chiama il Vaporetto dell'Arte, un nome suggestivo per il servizio di linea che, dal primo giugno di quest'anno, data della sua inaugurazione, percorre una delle vie più belle del mondo; il Canal Grande.

L'idea, o la speranza, è quella di prendere due piccioni con una fava; migliorare la fruizione dei luoghi d'arte di Venezia, musei e gallerie comprese, evidenziando per ogni fermata siti di interesse artistico e turistico , e migliorare il traffico nella città, affermazione che potrebbe sembrare un non-sense per una città senza auto, solo a chi non l'ha mai visitata nelle sue giornate "migliori", quando torme di turisti, sciamano tra calli e ponti.

Il vaporetto fa servizio tra le 9 e le 20, con partenze cadenzate ogni 30 minuti, con partenza dall'imbarco di Ferrovia S. Lucia e capolinea a San Giorgio. In occasione delle prossime Esposizioni Internazionali d'Arte e
Architettura della Biennale di Venezia, in programma dal 29 agosto al 25 novembre, sono previste due ulteriori fermate agli imbarchi Arsenale e Giardinetti.

Prezzi non proprio popolari (e proprio questa è l'incognita maggiore per la riuscita di quest'iniziativa), ma d'altronde stiamo a Venezia, una città museo. Il biglietto per il vaporetto dell'arte, validità giornaliera, per un adulto costa 24 euro, che diventano 15 per bambini tra i 6 e 12 anni (quindi una famiglia con due bambini rischia di pagare 78 euro); 15 euro anche per i gruppi. Sono previste anche combinazioni per l'acquisto di biglietti per il vaporetto e le altre linee di ACTV.

  • shares
  • Mail