#Malesia 2012: la città giardino di Putrajaya a Kuala Lumpur

La città amministrativa di Putrajaya a Kuala Lumpur

L'idea che ha mosso le azione del governo malese è semplice: riunire in una sola zona tutti i ministeri e gli edifici governativi, compresa la sede del Primo ministro e la sua residenza, cercando di arrivare al rapido spostamento anche del Parlamento nazionale. Da qui è nata Putrajaya, città giardino, città satellite, città amministrativa. Insomma una città nella città, con una propria amministrazione speciale e una grande attenzione da parte di architetti e politici.

Al centro di Putrajaya c'è un grande lago artificiale, creato sfruttando la notevole abbondanza d'acqua. Tutto intorno si sviluppano edifici nuovissimi, particolari e in alcuni casi eccessivi, a cui sono poi stati aggiunti, un poco defilati, i quartieri in cui le famiglie dei dipendenti pubblici hanno ottenuto un alloggio, pare per evitare agli stessi tragitti troppo lunghi per recarsi al lavoro.

Trattandosi di una città artificiale vengono messi in campo quasi tutti i mezzi per integrarla col resto di Kuala Lumpur e per attirare turisti e residenti. Molte le manifestazioni che si svolgono tra questi viali (il boulevard principale è lungo 4,2 km) e questi parchi (ce ne sono circa una decina, tutti diversi e fittamente alberati per garantire ombra e riparo dalla calura cittadina): c'è il festival delle mongolfiere, quello dei fuochi d'artificio, la caccia al tesoro in auto, la maratona, le regate veliche e le gare di canottaggio.

La città amministrativa di Putrajaya a Kuala Lumpur La città amministrativa di Putrajaya a Kuala Lumpur La città amministrativa di Putrajaya a Kuala Lumpur La città amministrativa di Putrajaya a Kuala Lumpur

Il nome di Putrajaya - che si trova a circa 25 km da KL - deriverebbe, anche, da quello del primo Primo ministro malese, Tunku Abdul Rahman Putra. E i segni del potere sono tutti ben evidenti fin dal primo colpo d'occhio. Enorme e dominante, dall'alto di una collina e affacciato sulla piazza principale, il palazzo del Primo ministro, una riproduzione fedele di una importante moschea di Kuala Lumpur (foto n.5). Molto ben visibile anche la Moschea quadrata (Tuanku Mizan Zainal) costruita lungo le sponde del lago, l'obelisco che ricorda il fiore dell'ibisco (Millenium monument), la residenza del Re, la Moschea Putra (foto n.7) e il grande convention center (foto n.6).

Il lago, sopra cui sono stati costruiti diversi ponti, ognuno con un richiamo ad un preciso stile di un altra nazione, è navigabile ed è piacevole godersi una mezz'ora di crociera per ammirare dall'acqua questa nuova impresa urbanistica malese. Per non dare il senso di una città proibita in stile pechinese a Putrajaya sono state create attrazioni aperte ai cittadini di KL e ai turisti, come una vasta zona umida, un giardino botanico di 90 ettari e un villaggio agricolo didattico dove gli studenti possono mantenere la memoria delle attività di un tempo e di quelle che tra i moderni palazzi di Kuala Lumpur non ci sono più.

Se volete scoprire Putrajaya ricordatevi che il venerdì le moschee possono essere più difficili da visitare per via delle funzioni in corso. Inoltre non mettete in conto lunghe camminate nelle ore centrali della giornata perché il caldo e l'umidità sono micidiali: purtroppo anche l'abitudine locale di tenere l'aria condizionata fissa su temperature glaciali non aiuta il turista accaldato...

Le immagini del viaggio su Flickr e gli aggiornamenti su Twitter e Facebook.

La città amministrativa di Putrajaya a Kuala Lumpur La città amministrativa di Putrajaya a Kuala Lumpur La città amministrativa di Putrajaya a Kuala Lumpur La città amministrativa di Putrajaya a Kuala Lumpur

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO