Yala National Park nello Sri Lanka, il parco dei Leopardi


Il sole era quasi scomparso quando abbiamo girato l'angolo. La femmina di leopardo stava camminando lungo un campo aperto e non ci aveva notato. Ho smesso di respirare per un secondo e penso che il mio cuore si è fermato per un po' più a lungo. Che sensazione incredibile, vedere questa creatura nel suo habitat naturale. All'aperto, senza gabbia o un recinto! Si muoveva liberamente e con eleganza, coma mai è possibile vendere in un zoo! Ho sempre adorato i grandi felini. La mia preferita è la tigre, ma questo è stato il primo grande felino che ho visto in natura, e non è stato l'unico durante il mio soggiorno nello Sri Lanka. Di Sebastian su Off the path.

Siamo nello Yala National Park, nel sud-est dello Sri-Lanka a 300 chilometri dalla capitale Colombo, il secondo parco naturale per estensione del paese, il primo per visitatori, tra quelli con la più alta concentrazione di Leopardi al mondo. Se amate i Leopardi, o comunque i grandi felini, è qui che dovete venire (il periodo migliore è tra gennaio e luglio). Non solo Leopardi, ma anche Elefanti dello Sri-Lanka, l'Orso Labiato, macachi, bufali selvaggi, oltre 200 specie di uccelli, tra cui grandi trampolieri, ed il fratello minore del leopardo, il gatto pescatore (se pesca bene può arrivare ai 12 chilogrammi...).

Il parco è composto da 5 zone, che proteggono u habitat che va dalla boscaglia, alle zone lacustri vicino al mare. Al momento solo due zone sono aperte al pubblico; il blocco 1, il Ruhuna National Park (dove si stima vivano circa 25 leopardi), e il blocco 2, il Kumana National Park. Siamo nella zona dei monsoni e le maggiori precipitazioni si verificano tra novembre e gennaio, anche può capitare di prendere delle improvvise docce calde a marzo ed aprile; la stagione secca, quella più calda, va giugno ad ottobre, con temperature che arrivano ai 37 gradi.

Foto di Thimindu Goonatillake.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 8 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO