Pokhara, alle falde dell'Annapurna in Nepal

città-di-Pokhara-nepal

Sulla destra, Pokhara, ormai la seconda città del Nepal per numero di abitanti, sulla sinistra il lago Phewa, sulle cui acque al mattino si riflettono le montagne circostanti (secondo alcuni uno dei più bei laghi montani del mondo), sullo sfondo, a sinistra, la cima della montagna Machapuchare (coda di pesce), sacra al dio Shiva, e per questo mai scalata fino alla sua cima.

Negli anni '60, quando nella regione imperversava la guerra tra Cina ed India, erano in molti a dar per morta Pokhara, la cui attività principale era legata al commercio di bestiame, reso impossibile dagli eventi bellici. Nessuno immaginava che sarebbe diventata la seconda città del paese, ed un'importante destinazione turistica, per le bellezze naturali, e per la vicinanza al massiccio del Annapurna, uno dei massicci più pericolosi dell'Himalaya.

Valentina qualche tempo fa ci ha parlato di Pokhara, dove ai turisti, in vena di prendersi un po' di riposo, vengono proposti corsi di yoga, corsi di cucina, corsi linguistici, corsi di ballo tradizionale, e alcune visite, come alle Davi’s Falls, alla World Peace Pagoda, Gurkha Museum, International Mountain Museum e alla grotta di Gupteshwor Mahadev.

Pokhara è anche tappa dei trekker che percorrono i 300 chilometri dell'Annapurna Circuit, un percorso considerato poco impegnativo per gli standard del paese, e degli amanti del parapendio, che qui trovano scuole per perfezionare le proprie tecniche di volo (ma si viene anche per imparare il volo). Nessun problema per trovare l'alloggio o il ristorante che fa per noi.


Foto | MikeBehnken.

  • shares
  • +1
  • Mail