10 cose da vedere a Praga

La leggenda narra che la principessa Libuše, fondatrice della prima casa regnante dei Cechi, fosse una veggente e che un giorno profetizzò: "Vedo una grande città, la cui gloria arriverà alle stelle! Vedo un posto nel bel mezzo di una foresta, dove una ripida scogliera si erge sopra il fiume Moldava. C'è un uomo che scalpella la soglia (prah in ceco) di una casa. Lì sarà costruito un castello che si chiamerà Praha". Per chi crede nelle leggende, Praga fu fondata nel 730, e da allora non fece che crescere, per far fede alla profezia, diventando uno delle città più importanti, e più belle, del Centro Europa.

Da Milano a Praga ci sono 860 chilometri, che si possono percorre con 9 ore di viaggio in automobile, anche se oggi, con le low-cost, è più facile atterrare all'aeroporto di Praga-Ruzyn?, ben collegato all'Italia (Milano Malpensa, Roma Fiumicino, Bari, Cagliari, Catania, Lamezia Terme, Napoli, Olbia, Pisa, Rimini, Treviso e Venezia) , grazie ai voli di Alitalia, Czech Airlines, Wizz Air, EasyJet e Smart Wings.

Per alcune città fare una lista delle 10 cose da vedere, diventa un esercizio difficile, e soggettivo, e Praga non sfugge a questa regola, per cui non sparate sul pianista, se in questa top ten non trovate l'isola di Kampa, l'osservatorio astronomico Štefánik, la via Nerudova, il palazzo Lobkowicz o via Parizska, dove avete lo shopping l'ultima volta che avete visitato Praga. Semplicemente non ci stanno dentro.



    10° La casa danzante originariamente battezzata “Fred e Ginger” in onore di Fred Astaire e Ginger Rogers, è uno degli edifici più particolari della città. E' stata costruita al posto di un palazzo distrutto dalle bombe nel 1945, e da quando è stato eretto, nel 1996, ha provocato molte discussioni a causa della sua forma singolare. Foto szeke.


    9° La casa municipale. Costruito tra il 1906 e il 1912 al posto dell'edificio che ospitava la Corte Reale, è il risultato più alto dell'Art Nouveau, espressione della maestria degli oltre 30 artisti che collaborarono alla sua costruzione e decorazione, attraverso opere cariche di simbolismo, come l'Omaggio a Praga, che si trova sopra l'ingresso. Per la superba maestria con cui fu costruita, la sala dei concerti è sede dell'Orchestra Reale di Praga. Foto Hans Peter Schaefer.


    8° Praga vista dalla collina Petrin. Non è difficile individuarla; basta alzare lo sguardo e cercare la copia in miniatura della Torre Eiffel, che vi è stata costruita sopra. Da quando era coltivata a vigneti per produrre il vino per il Re Carlo sono passati più di 700 anni, ora bastano 5 minuti con la funicolare, per arrivare ai suoi 327 metri e godere della vista della città. Foto guillenperez.


    7° Il Castello di Praga. Costruito nel 880, divenne il centro del Sacro Romano Impero con il regno di Re Carlo IV. Visitare il castello, le chiese ed i palazzi che accoglie o che lo circondano, significa attraversare la storia e l'arte del paese, dal gotico della Cattedrale di San Vito al romanico della Basilica di San Giorgio. Da non perdere la passeggiata nel vicolo d'oro e il cambio delle guardie, tutti i giorni alle 12, nel cortile del castello. Foto Liber.


    6° Nove Mesto, che poi significa Città Nuova, non è poi così nuova, visto che risale al XIV secolo, quando fu fatta costruire per volere di Carlo IV. Da quartiere di birrai, fabbri e mercanti, che tenevano i loro mercati nelle tre piazza principali (a piazza San Venceslao si teneva il mercato dei cavalli, a piazza Carlo quello delle vacche, a piazza Senovazne quello del fieno), il quartiere ha subito una radicale trasformazione all'inizio del XX secolo, quando divenne massima espressione dell'Art Nouveau. Qui si trova anche il Museo Nazionale di Praga. Foto FaceMePLS.


    5° Vyšehrad, ovvero il leggendario castello vaticinato dalla principessa Libuše, costruito sulle rocce a strapiombo sulle acque del fiume Moldava. Non solo castello, visto ma anche i giardini, al cui interno si trovano la neogotica Basilica dei Santi Pietro e Paolo, il cimitero, dove riposano uomini e donne che resero grande il paese, e le vecchie mura che guardano alla città. Foto Stanislav Jelen.


    3° Ponte Carlo; il nome originale di quest’opera è Karlùv Most: realizzato una prima volta nel 1357 per volere di Carlo IV, è stato distrutto e riedificato più volte. Numerose statue adornano i 515 metri di lunghezza del Ponte, affollati da venditori e turisti ad ogni ora del giorno. Se vi chiedete perché molti dei musicisti che si esibiscono sul ponte, suonano la musica di Mission Impossible (il primo e il più bello), significa che non vi ricordate le prime scene del film. Foto Szeke.


    2° Josefov, il quartiere ebraico di Praga, uno dei più antichi ed importanti centri ebraici d'Europa, che ha regalato il proprio nome all'Imperatore Giuseppe II (Joseph in tedesco), che alla fine del XVII secolo abolì le misure discriminatorie contro gli ebrei. Il Vecchio cimitero ebraico, quello dell'ultimo romanzo di Eco, la sinagoga Vecchianuova e quella spagnola, la casa di Kafka, il museo Ebraico, tutto in poche strade della Città Vecchia. Foto Left-hand.

Di seguito la mappa con tutti i post di Travelblog a tema Cosa fare a, Cosa vedere a, Cosa non fare a .


Visualizza Le 10 cose da vedere a in una mappa di dimensioni maggiori

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO