Entro il 28 ottobre deve finire il monopolio Alitalia sulla Fiumicino-Linate

Air One Milano Linate

L'Antitrust ha dato tre mesi di tempo ad Alitalia, per presentare concrete misure che rimuovano la situazione di monopolio sui collegamenti tra Roma Fiumicino e Milano Liante, che dovranno prevedere la data del 28 ottobre prossimo come termine ultimo per la loro realizzazione. In pratica Alitalia deve presentare queste novità in tempo per il nuovo orario invernale 2012-2013.

La situazione di monopolio considerata dall'Antitrust è quella che si è creata per i collegamenti giornalieri nel primo mattino e in tarda serata, in pratica quelli utilizzati dai "pendolari" dell'economia, della finanza e della politica che si muovo tra le due città. Collegamenti alquanto remunerativi, in quanto utilizzati da una clientela che ha necessità di spostarsi andata&ritorno in giornata, e che può spendere.

L'Antitrust ha rilevato che la situazione di monopolio, che si è creata a a partire dalla fusione di Alitalia con AirOne nel 2008, resa possibile anche dalla limitata disponibilità di slot a Milano Linate, non è stata intaccata dall'entrata sul mercato dei nuovi treni veloci tra Roma e Milano nel 2009, incapaci di spostare sulla strada ferrata quote consistenti di mercato, e chiede che sia creato lo spazio perché un altro vettore aereo, possa operare in modo economicamente efficiente sulla Roma - Milano, con "un numero di slot sufficiente a garantire la dimensione minima efficiente dell'offerta e un'articolazione delle frequenze idonea a garantire un'offerta adeguata nelle fasce orarie a più alta domanda".

In pratica Alitalia-Air One deve cedere un certo numero di slot sulla Roma-Milano, e nelle ore a lei più redditizie, visto che si citano espressamente le fasce orarie a più alta domanda. Un duro colpo per Alitalia, che contesta la posizione dell'Antitrust, sostenendo di aver vista ridotta la propria quota di mercato sulla tratta a seguito dell'entrata in azione del Freccia Rossa. Per l'Antitrust non esistono invece situazioni di monopolio sulle tratte Napoli-Torino e Napoli-Venezia.

Via Reuters.
Foto | Fabrizio Berni.

  • shares
  • +1
  • Mail