Da vedere assolutamente a Istanbul: l'Aya Sofya

L\'Hagia Sophia - o Aya Sofya - di Istanbul

Durante i miei viaggi ho sempre cercato di abbinare la visita delle città e dei monumenti a qualche giorno a contatto con la natura, per ammirare le bellezze del territorio dove mi trovavo. Solitamente quel che mi rimane più impresso è un paesaggio, che sia una splendida baia piuttosto che un promontorio roccioso.

A Istanbul, però, tutto è passato in secondo piano non appena ho varcato la soglia dell'Aya Sofya: nessuna opera dell'uomo prima di allora mi ha colpito in tal modo, tranne forse le Piramidi di Giza.

Ero ben preparato, perchè, prima di arrivare, avevo già letto molto sulla costruzione di questo capolavoro dell'architettura, della sua immensa cupola e dello spazio interno dove convivono da secoli mosaici cristiani e miḥrāb islamiche: eppure sono rimasto ugualmente a bocca aperta.

Lascio parlare le foto, e mi raccomando: se siete a Istanbul non lasciatevi scoraggiare dall'inevitabile fila per l'ingresso, e visitate questo capolavoro che nel corso di secoli è stato prima basilica greco-ortodossa, poi chiesa cristiana, poi moschea, per diventare infine un museo. E quando uscite non dimenticate di ringraziare l'imperatore Giustiniano, che la fece costruire nel 537 d.C.

Foto | eleephotography, firestarter1980

L\'Hagia Sophia - o Aya Sofya - di Istanbul L\'Hagia Sophia - o Aya Sofya - di Istanbul L\'Hagia Sophia - o Aya Sofya - di Istanbul L\'Hagia Sophia - o Aya Sofya - di Istanbul

L\'Hagia Sophia - o Aya Sofya - di Istanbul L\'Hagia Sophia - o Aya Sofya - di Istanbul L\'Hagia Sophia - o Aya Sofya - di Istanbul L\'Hagia Sophia - o Aya Sofya - di Istanbul

  • shares
  • +1
  • Mail