Le nuove frontiere dell'editoria turistica per l'Ipod generation

Forse la migliore presentazione al convegno Touristech è stata quella di Alfieri Lorenzon del Touring Club Italiano, che ha presentato le novità in arrivo per le 400000 famiglie e i 60000 soci italiani. Oltre ai podcast, presentati in demo già da qualche mese, i progetti sono per guide per PDA, smartphone e navigatori, oltre che per DVD interattivi con i filmati in HD di tutta l'Italia.

Molto chiara l'impostazione, spiegata con la frase ad effetto "I terminali mobili sono come le scarpe da tennis", riferito a un prodotto da personalizzare, leggero e sintetico che si porta con sè sul proprio dispositivo: un passo deciso verso la cultura del mix'n'match che lascia giocare l'abbonato con i contenuti TCI sul proprio gadget elettronico personale. Serve altro, serve meno: simpatico l'accenno all'esperienza terribile di viaggiare con una set intero di guide, una borsa-scaffale per avere sottomano poche informazioni specialistiche di ogni argomento (hotel, ristorante, museo, shopping, etc). Forte l'interesse per i navigatori, comunque entro il 2007 le guide saranno componibili a piacere per il download e dotate di funzioni di navigazione geografica, come ad esempio itinerari costruiti al pc tappa per tappa e poi funzionali su un terminale tascabile GPS.

Purtroppo, unico neo, nessun accenno all'impollinazione con buzzwords piu' o meno belle, come user generated content o many to many: tutto passa alla modalità on demand ma per ora niente commenti e scambio tra soci di pezzi del puzzle.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: