Passaporto scaduto? Ecco come rinnovarlo e quanto costa

Il passaporto resta il principale documento per le trasferte oltre confine, poiché universalmente riconosciuto, mentre non sono molti i Paesi che accettano la carta d’identità italiana valida per l’espatrio

Ce lo ricorda il sito del ministero degli esteri Viaggiare informati. Vediamo allora cosa bisogna fare per assicurarsi dei documenti validi che ci permettano di varcare le frontiere, tutte le frontiere.

Intanto ricordiamoci che la carta d'identità, anche nei paesi in cui viene riconosciuta, ha un problemino: quella elettronica infatti viene rinnovata dai Comuni con un foglio di carta, che andrebbe poi portato con sé al momento del viaggio. Questo sistema non è riconosciuto valido in alcune zone:

A tale proposito si segnala che spesso comportano notevoli disagi (fino al respingimento in frontiera) le carte d’identità in formato cartaceo rinnovate con timbro apposto dal Comune di appartenenza e le carte d’identità la cui validità sia stata prorogata fino al giorno della propria data di nascita.

Per ovviare a questo inconveniente è possibile rifare del tutto la carta di identità, invece di rinnovarla: costa circa 26 euro e si può fare presso gli uffici del Comune.

Se invece avete intenzione di viaggiare verso lidi che non accettano la carta di identità come lasciapassare, vi serve il passaporto. In questo caso dovete andare in Questura. Debora ci ha spiegato che l'appuntamento si prende online, vediamo di scendere nei dettagli e di capire cosa portare con noi all'appuntamento in questione.

Intanto chiariamo un dettaglio fondamentale: il sistema di prenotazione online vi permette di prenotarvi SOLO nei giorni appositamente previsti, che non sono TUTTI i giorni di apertura dell'Ufficio passaporti. Nel senso che magari l'Ufficio è aperto 4 volte alla settimana ma tramite internet ve ne risultano solo 2, negli altri giorni (che magari sono quelli in cui non lavorate, non avete università, etc etc) potete andare comunque, solo che dovete fare la fila.

Una volta scelto il giorno fatidico, non andate in Questura a fare la coda solo per chiedere quali documenti portare per rinnovare il Passaporto, ma portatevi dietro: 2 foto tessera identiche e recenti (attenzione, non accettano tutte le foto: ci vuole lo sfondo bianco, dovete guardare avanti, niente cappelli o occhiali da sole); 1 contrassegno telematico di € 40,29 (si compera dal tabaccaio); il bollettino, pagato, da € 42.50 (conto corrente n. 67422808 intestato a Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del tesoro, causale "importo per il rilascio del passaporto elettronico"); il vecchio passaporto scaduto o la denuncia dello smarrimento.

Stampate il modello per la richiesta del passaporto che trovate qui e riempitelo con tutti i dati del caso. Non andate in Questura dopo aver fatto colazione e con le mani tutte impastate di crema e zucchero a velo, dato che dovrete lasciare, oltre alla vostra firma su un cartoncino bianco, anche le vostre impronte digitali.

Infine, se avete dei figli piccoli, ricordatevi che

l'iscrizione del minore sul passaporto del genitore è valida fino al 26 giugno 2012. Da questa data il minore può viaggiare in Europa e all'estero solo con un documento di viaggio individuale. Al contempo i passaporti dei genitori con iscrizioni di figli minori rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza.

Vedi anche i documenti per l'espatrio dei minori, come viaggiare per gli Stati Uniti senza visto e il visto per l'Australia di fa on-line e gratis.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 94 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO