Nepal: Sports No Limits, Trekking, Buddhismo e tanto altro

parapendio

Grazie al Monte Everest, il Nepal è sempre stato considerato paese di eccellenza per i trekking estremi. Con una facciata sul territorio Tibetano ed una su quello Nepalese, la montagna più alta della terra ha reso questa regione famosa agli occhi del mondo. L’apertura delle frontiere solo negli anni ‘50 e una lunga realtà politica instabile, hanno permesso al Nepal di fiorire dal punto di vista turistico solo negli ultimi anni. Ma oggi, oltre ad essere un paese di grande bellezza e varietà etnico-culturale, è stato scelto come una delle mete più belle al mondo per lanciarsi da un aereo o scalare impervi picchi.

Ringraziando l’impegno dei Nepalesi associato all’aiuto dei turisti, numerose agenzie offrono trekking organizzati e sicuri, così come un gran numero di attività sportive in location uniche al mondo. L’agenda presenta: diversi Trekking sull’Himalaya compreso Everest, Trekking Circuito Buddhista, Trekking Pellegrinaggio Induista, Rafting, Bungee Jumping, Paracadutismo, Parapendio, Parahawking (una disciplina che unisce parapendio e falconeria!), Paratrekking (Paragliding Expedition), Tandemflight, Alpinismo, Scalata su roccia, Kayak, Golf, Mountain Bike, Jungle Safari, Tour nei villaggi, Tour botanico, Tour in elicottero, Tour in mongolfiera, voli a vista e tanto altro! Insomma, per gli amanti del No Limits il Nepal è una meta imperdibile.

Kathmandu valley
jungle safari Chitwan
monastero
flowers mandala

Vi consiglio di evitare di correre allo shopping sfrenato per le attrezzature da campeggio, da trekking, zaini o abbigliamento prima di partire poiché in Nepal è possibile acquistare tutto ciò di cui avrete bisogno a prezzi stracciati. Certo, non posso assicurarvi l’originalità della merce (Mammut, The North Faces, Deuter, ecc.) dato le vicinanze con la Cina ma sicuramente rimarrete soddisfatti della qualità-prezzo dei prodotti.

Se avete in programma una vacanza estrema, potete scegliere come base d’inizio Kathmandu (l’entroterra è ben connesso con voli che vi portano quasi ovunque), in cui potrete contattare le varie agenzie e perdervi nello shopping del perfetto “Trekker”. E’ meglio approcciare più di un agente siccome i prezzi spesso cambiano secondo l’umore del personaggio che vi venderà i vari tour, quindi scegliete quello che vi sembra più serio ed affidabile (a fine pagina troverete una lista di agenzie con esperienza che vale davvero la pena consultare).

Se siete interessati ai corsi di parapendio con tanto di brevetto, dirigetevi a Pokhara, dove istruttori qualificati sono pronti ad accogliere i numerosi turisti. Vengono organizzati corsi per principianti (4-5 giorni), Thermalling (3 giorni), XC (3 giorni), SIV e Acro(3 giorni). Se siete degli esperti, v’interesserà sapere che propongono addirittura veri e propri Paragliding Tours della durata di 10-15 giorni, in cui potrete volare in tutta la valle. Dipendenti da adrenalina preparatevi, l’esperienza sarà epica!

gruppo parapendio
parapendio in Pokhara
bungee jumping
alba in Sarangkot

Per chi non dovesse amare le scariche di adrenalina, il paese offre comunque molto da vedere. Si può iniziare dalla caotica capitale, Kathmandu con le sue strette stradine sempre sovraffollate, le sue piccole stupa Buddhiste o i suoi innumerevoli templi Hindu e la spettacolare Durbar Square, sede dell’unica dea vivente: la Kumari Devi. E’ una città tutta da scoprire, partendo dal ritrovo turistico per eccellenza, il famoso quartiere Thamel, con un ciclerikshaw oppure a piedi armati di macchina fotografica e pronti a vivere un’esperienza insolita fatta di colori, sapori, shopping e tante sorprese.
Al di fuori di Kathmandu si staglia la bellissima Kathmandu Valley, dove si possono visitare diversi siti patrimonio dell’UNESCO. Consiglio l’antico centro di Bakthapur, la particolare Patan e le montagne di Nagargkot.

Allontanandosi dalla valle verso ovest, si raggiunge Pokhara, un’altra tappa irrinunciabile del viaggio Nepalese. La città è considerata la seconda metropoli in Nepal e se non offre niente di particolare, la zona intorno al lago e le montagne circostanti sono la ragione per cui molti turisti prolungano il loro soggiorno ed alcuni non fanno più ritorno a casa.
Il posto è tranquillissimo e forgiato per accogliere i viaggiatori; qui si possono trascorrere pigre giornate bighellonando qua e la o intraprendere una delle innumerevoli attività che Pokhara Valley propone: corsi di yoga, corsi di cucina, corsi linguistici, corsi di ballo tradizionale, visita alle Davi’s Falls, alla World Peace Pagoda, Gurkha Museum, International Mountain Museum e la grotta di Gupteshwor Mahadev. Da non perdere: la spettacolare alba a Sarangkot che colora la catena Himalayana di rosa, un breve trekking al villaggio di Panchase e un bagno rinfrescante nelle pozze di Gattichina. Se invece siete propensi per un trekking non troppo impegnativo di una settimana, scegliete l’Annapurna Circuit con tappa in Tatopani sulla via del ritorno, dove potrete rilassarvi nelle terme naturali sorseggiando una birra ghiacciata.

stupa
bagno con elefanti
cicle rikshaw kathmandu
monastero Buddhista

Per chi invece fosse interessato alla tradizione Buddhista, il Nepal soddisferà la sete di conoscenza e qui potrete incontrare monaci che non esiteranno a condividere le loro storie. Inoltre, vi recherete a Lumbini, un altro sito patrimonio dell’UNESCO e famoso luogo di pellegrinaggio, dove la regina Mayadevi ha dato alla luce il Buddha, Siddhartha Gautama. Nella zona sacra di Lumbini, è possibile visitare antiche rovine di monasteri, l’albero sacro Bodhi, un’antica vasca per i bagni ed il tempio Mayadevi, dove molti monaci si rinchiudono in profonda meditazione. Nel sito storico sono vietati ristoranti ed hotel ma al di fuori non mancano alberghi pronti ad accogliere i visitatori.

Sitografia:
Nepal hiking team
Nepal trekking tour
Nepal guide trek
Paragliding Nepal
Nepal paragliding
Sunrise paragliding
Parahawking
Flying fever

alba in Sarangkot
calzolaio nepalese
local bus
nepali house
tramonto Chitwan

  • shares
  • +1
  • Mail