Saremar indagata dall'Antitrust per concorrenza sleale

Traghetto scintu della Saremar

Nemo ci aveva già raccontato dell'accusa di Gnv , contro Saremar per concorrenza sleale, portata alla Concorrenza della Commissione Europea, all’Autorità garante della concorrenza e del mercato, ed anche al Tribunale civile di Genova, cui si è aggiunta quella di Moby, che si è rivolta alla Corte dei Conti, al Tar della Sardegna e alla giustizia ordinaria (ma che si sono divise le azioni legali?).

Per intanto l'Antitrust ha deciso di aprire una inchiesta per la violazione della normativa sulla concorrenza (commi 2 bis e 2 sexies dell'art. 8 della legge n. 287/90). Saremar sarebbe colpevole di mancate comunicazioni all'Agenzia, un po' poco per sperare di fermarne l'attività, in vista della stagione estiva 2012, per la quale si pensa che la compagnia di navigazione sarda possa mettere in acqua ben 5 traghetti.

Da notare poi che chi l'anno scorso è stato accusato di formare cartelli, e quindi di operare contro la concorrenza, oggi si rivolga proprio a quell'autorità che avrebbe dovuto sanzionarne il comportamento. Ma in un paese come il nostro, dove i provvedimenti per la concorrenza, si annunciano, ma poi si limitano a consolidare le posizioni di vantaggio sul mercato, tutto può essere, anche che l'Antitrust sanzioni chi la concorrenza la vuole realizzare veramente (vogliamo parlare anche di ArenaWays?).

Foto | Roberto Andresini.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: