Sulle tracce dei film, La Selva di Paliano di Non ci resta che Piangere

Troisi e Benigni, Un fiorino

L'avrò visto una decina di volte, ed ogni volta che l'ho visto, ho riso, anche se conoscevo le battute, anzi, le ripetevo prima che fossero pronunciate. Secondo me uno dei capolavori della commedia italiana, Non ci resta che Piangere, il segno della bravura di Benigni e di Troisi, di cui si è da poco ricordata la nascita (19 febbraio). Una delle più belle scene del film, Un fiorino, è stata girata nella Selva di Paliano.

Ora, dopo anni di abbandono, e di lotte per far rinascere questo parco (vedi il gruppo su Facebook), che da ultimo ha portato la Regione ad acquistare gli ultimi 8 lotti in vendita presso il tribunale fallimentare, sembra che il futuro di questo parco, sia più roseo. La speranza è di farne un polo di attrazione turistica naturalistica, sull'esempio del più famoso Giardini di Ninfa.

La Selva di Paliano è, per molti aspetti, un luogo inconsueto. Su una vasta area di circa 4 km quadrati la natura è stata attrezzata a spazio ludico ed educativo per i bambini, con la possibilità di effettuare visite guidate e partecipare a giochi di vario tipo appartenenti alla tradizione popolare. IlMioLazio.

Anche se si trova in provincia di Frosinone, Paliano dista poco meno di 70 chilometri dalla Capitale, facilmente raggiungibile dalla A1 (uscita Colleferro). Il Parco, che ora ha lo status giuridico di Monumento Naturale, apre i battenti dal 1° maggio, e l'ingresso è gratuito.

Foto Angelus.

  • shares
  • Mail