Isola del Giglio, che estate sarà?



Mentre la Costa Concordia rischia di scivolare nel fondale antistante l'isola del Giglio, terminate le operazioni di svuotamento dei serbatoi di prua, si attende che le condizioni meteo migliorino, per procedere allo svuotamento dei serbatoi di poppa e al recupero dei corpi non ancora ritrovati.

Sbollita la rabbia, al Giglio, ma anche su tutte le località dell'antistante la Costa d'Argento, ci si chiede che estate sarà, se le operazioni di recupero della nave saranno veloci, e capaci di limitare i danni ambientali. In particolare si aspettano le indagini ambientali dell'Arpa della Toscana, e, aggiungo io, quelle di LegaAmbiente, che solo lo scorso anno aveva premiato il Giglio con le sue 5 vele Blu.

Il Giglio si raggiunge da Porto Santo Stefano sull'Argentario, dopo una breve traversata; in altri tempi, avrei detto l'ideale per far passare la paura del mare a chi ce l'ha, perché si rimane sempre a vista della costa. In alta stagione meglio muoversi con i bus comunali. Le spiagge sono quelle Campese, la più grande che si trova d'altra lato rispetto a Giglio Porto, le Cannelle e le Caldane, rispettivamente a 20 e 10 minuti a piedi dal porto, e l'Arenella, forse la meno conosciuta, perché più isolata.

Foto nettaphoto, Hik_kup, Marco Fedele, EU Humanitarian Aid and Civil Protection, sonewfangled, pppspics, Tizianok

Aggiornamento delle 15:22 ... e intanto sono stati trovati altri 4 corpi, tra i quali quello della piccola Dayanache tristezza.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: