Passera ci riprova con il piano per gli aerporti, ma Bonomi non ci crede

Aerporto dell'Aquila

Rispunta il piano per la razionalizzazione degli aeroporti italiani nell'agenda del Governo Italiano, questione a cui ha accennato Corrado Passera a margine di una conferenza: "Entro breve dovremo dare una risposta alla numerosità non pensata degli aeroporti. Il singolo aeroporto non va valutato in quanto tale ma nel quadro di sistema di quella zona". Nuovi giri di parole, numerosità non pensata, per dire razionalizzazione, ovvero taglio del numero di aeroporti.

Della razionalizzazione degli aeroporti se ne parla da tempo, su Travelblog per esempio ne avevamo parlato nel novembre del 2010, quando sembrava imminente la definizione di un piano strategico nazionale che definisse gli aeroporti strategici per l'Italia (forse 14), quelli primari (10?) dedicati alle rotte a medio e corto raggio, e quelli complementari, quelli che si dovrebbero reggere contando solo sulle proprie forze.

Ma siamo in Italia e Bonomi di SEA non ci crede, tanto da dichiarare al Sole24Ore ""Io sono come san Tommaso: finché non tocco non credo", anche perché proprio Bonomi, un anno fa, chiese al governo di autorizzare il volo Singapore-Milano Malpensa, e dopo un anno le cose stanno ancora a "carissimo amico".

p.s. nel seguito i 10 aeroporti italiani meno trafficati nel 2011.

Foto | Wikimedia Commons.


10° Pescara
9° Forlì
8° Parma
7° Cuneo
6° Perugia
5° Crotone
4° Bolzano
3° Foggia
2° Brescia
1° Siena

Pantelleria, Lampedusa e Salerno non hanno fornito dati.

  • shares
  • Mail