Da vedere in India: il palazzo di Mysore

Il Palazzo di Mysore in Idia

Dopo il Taj Mahal c'è il palazzo di Mysore, non solo per il New York Times quindi, che lo aveva scelto tra le migliori destinazioni del 2010, ma anche per gli oltre 2 milioni e mezzo di turisti che l'anno visitato nel 2011, portandolo al secondo posto tra le destinazioni turistiche indiane, dopo il più conosciuto Taj Mahal.

Siamo nel sud-ovest dell'India, ad oltre 2.000 chilometri dal Taj, nello stato del Karnataka, nella città di Mysore, capitale di un regno di vaste dimensioni, capace di resistere per oltre cinquecento anni, fino al 1947, quando si unì al moderno stato indiano. Siamo insomma davanti ad un importante pezzo di storia indiana, plasticamente rappresentato da questo palazzo, residenza ufficiale dei Wodeyar, la casa regnate.

Architettura indo-saracena con influenze gotiche, per questo palazzo, più volte ricostruito, l'ultima volta tra il 1897 e il 1912; un incrocio di stili, indù, musulmani ed occidentali, che ben illustrano la storia del paese. Tre piani di granito circondati da un ampio giardino, importanti e fastosi locali interni, e l'impressionante scultura della dea indù Gajalakshmi, circondata dai suoi elefanti, sopra l'arco centrale.

Sito ufficiale del Palazzo di Mysore.
Foto | Wikimedia Commons.

  • shares
  • Mail