Le sculture di piazza Italia all'Expo 2015

Le sculture di piazza Italia all'Expo 2015, l'arte di Daniel Libeskind in piazza Italia.

L'Expo è anche una grande esposizione di arte, sia all'interno dei padiglioni, sia anche negli spazi pubblici. A dominare piazza Italia, all'incrocio tra il Cardo e Decumano dove si trova anche il Padiglione Italia, si ergono potenti e fantascientifiche le quattro grandi sculture disegnate dall'architetto Daniel Libeskind, uno dei grandi visionari del contemporaneo.

Monumenti che mischiano la suggestione futuribile alle forme ispirate comunque alla biologia e alla radice del nostro essere umani. E la sera, quando sul sito di Expo si accendono le luci, le sculture diventano ancora più affascinanti, grazie ai giochi di luce che le animano e le fanno vivere all'interno.

Daniel Libeskind, 69 anni, nato in Polonia ma statunitense di adozione, è uno dei principali esponenti del decostruttivismo, un movimento architettonico contrapposto al razionalismo architettonico, che intende de-costruire ciò che è costruitocreando un ambiente è il caos è l'elemento ordinatore.

A lui si devono il One World Trade Center di New York, Złota 44, un nuovissimo grattacielo di Varsavia, e il museo di Storia Militare a Dresda. Senza dimentica che Libeskind è uno dei tre architetti a cui si deve il progetto milanese di CityLife.

Le sculture di piazza Italia all'Expo 2015

Foto Wikimedia Commons.

  • shares
  • +1
  • Mail