130 euro per una corsa in taxi dall'aerporto di Fiumicino al Pigneto

Taxi fermi davanti al Colosseo di Roma

Una truffa, diciamolo subito, che si è trattata di una truffa perpetrata ai danni di una giovane coppia di romani, appena tornata da un viaggio ad Istanbul, un po' incauta nel salire a bordo del taxi, con due persone a bordo, che li aveva avvicinati all'uscita dall'aeroporto di Fiumicino saltando tutta la fila di taxi, probabilmente perchè stanchi (era quasi mezzanotte) e desiderosi di tornare a casa, al Pigneto.

200 all'ora sul viadotto della Magliana non è un bel biglietto da visita, strani commenti tra il conducente e il suo amico sulla sicurezza nei taxi, mormorati a mezza bocca, il tassametro che corre e, a volte, forse perchè toccato da una mano malandrina, che salta di 10 euro in pochi metri, un marito che paga, e una moglie, fuori dall'auto che viene avvicinata dall'amico del tassinaro, insomma tanto materiale per subire la truffa, consapevolmente, contenti che non sia finita peggio.

90 euro il tassametro, 130 euro la corsa, gli ultimi 40 euro estorti con l'inganno, e la velata minaccia alla moglie. "Ecco i suoi 90", i soldi che finisco veloci in tasca del tassinaro, e la richiesta del truffatore "Ehi capo, si è sbagliato. Mi ha dato 10 euro, invece di 50". Così conviene abbozzare, tirare fuori altri 50 euro, prendere il resto di 10, e far finta di aver abbozzato, mentre poi si prende il numero di targa, e si va direttamente in commissariato per fare la denuncia. Speriamo solo che il capodanno ad Istanbul sia andato meglio.

Vedi anche le Solo a Lubiana i taxi sono peggiori che a Roma, i risultati dell'indagine della FIA e Roma tra le città più care al mondo per i Taxi.

Via BlitzQuotidiano.
Foto rmlowe.

  • shares
  • Mail