Il vigneto di Leonardo da Vinci a Milano

Grazie a uno studio dell'Università di Modena sono state identificate le viti che componevano il vigneto di Leonardo da Vinci a Milano e ora si spera che producano frutto


Nei pressi del Cenacolo con la celeberrima Ultima Cena di Leonardo c’è un vigneto che apparteneva proprio a Leonardo da Vinci: gli era stato regalato da Ludovico il Moro e per secoli è rimasto lì, visibile. Era ancora in essere nel 1943, come documentano delle foto; poi, però, un bombardamento ha distrutto tutto e quel piccolo angolo di paradiso, che aveva avuto un sì illustre proprietario sembrava perso per sempre. Ma, grazie alla scienza, il vigneto di Leonardo è tornato in vita.

Ricercatori dell’Università di Modena, infatti, sono riusciti a trovare alcuni frammenti di radici e così hanno identificato il DNA: Serena Imazio, una delle ricercatrici, commenta:

È venuto fuori che la varietà in questione è una molto vicina alla Malvasia di Candia aromatica, quindi possiamo considerarla praticamente la stessa cosa. Questa parte del centro di Milano era un enorme vigneto. Il primo obiettivo che volevamo raggiungere era quello di consegnare a Milano un pezzo della sua storia e raccontare sia ai milanesi sia a tutti quelli che verranno che questo posto una c'era moltissimo verde e anche spazio per l'agricoltura.

Tra qualche anno, quando le viti saranno cresciute, si potrà ricavare del vino che, chissà, sarà simile a quello che il genio Leonardo beveva. Prosit!

Il vigneto di Leonardo da Vinci a Milano

  • shares
  • Mail