Cosa fare in primavera, le ville venete con i battelli del Brenta

Primavera è la stagione giusta per scoprire le Ville del Veneto con le crociere sul Brenta.

Ogni anno, da marzo a ottobre, piacevolissime minicrociere in battello tra le Ville Venete della Riviera del Brenta, da Padova a Venezia o viceversa, tra arte e storia, lungo le vie degli antichi burchielli veneziani del ‘700, che un tempo erano utilizzati dai ceti veneziani più facoltosi per raggiungere dalla città le loro Ville in campagna.

Eredi delle antiche tradizioni, queste moderne imbarcazioni, da 50 a 120 passeggeri, dotate di cabina, angolo bar, servizi igienici e ampio ponte panoramico, solcano le acque del Brenta con lento incedere, mentre le guide a bordo illustrano la storia, la cultura e l'arte testimoniata dalle Ville Venete. Ricordo che l’Unesco ha inserito le ville del Palladio nella lista dei siti patrimonio mondiale dell’umanità.

Minicrociere suggestive che, attraversando nove ponti girevoli e cinque chiuse, veri e propri "ascensori ad acqua", permettono al turista di scendere, o risalire, il dislivello acqueo di ben 10 metri esistente tra Padova e Venezia, terminando il viaggio a Venezia nel fantastico marmoreo scenario del Bacino di San Marco.

Tra le altre proposto, c'è l'escursione di un'intera giornata che prevede la navigazione, la guida, la sosta e visita interna di tre Ville Venete e il pranzo facoltativo in un ristorante lungo la Riviera del Brenta, dove il battello attracca. Sono inoltre previsti speciali programmi di mezza giornata e brevi passeggiate in battello.

batteli del brenta
Foto I Battelli del Brenta

  • shares
  • Mail