L'UNESCO e i Patrimoni mondiali dell'Umanità

Cosa è l'UNESCO e come seleziona i patrimoni dell'umanità

Quante volte ci siamo ritrovati davanti ad un edificio, un sito o un monumento di estremo fascino e bellezza, per scoprire che tanta bellezza e importanza viene tutelata come Patrimonio dell'Umanità? Quante volte soprattutto ci siamo chiesti cosa significhi essere patrimonio mondiale dell'Umanità? In questo posto vi sveleremo tutti i dubbi.

Cosa è l'UNESCO


L'UNESCO

nasce nel 1945 tramite atto costitutivo firmato da venti Stati: Arabia Saudita, Australia, Brasile, Canada, Cina, Cecoslovacchia, Danimarca, Egitto, Francia, Grecia, India, Libano, Messico, Nuova Zelanda, Norvegia, Regno Unito, Repubblica Dominicana, Stati Uniti d'America, Sud Africa, Turchia (l'Italia arriverà nel 1947).

UNESCO è l'acronimo di Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (in inglese United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization, da cui l'acronimo UNESCO) e consiste in un'agenzia specializzata delle Nazioni Unite creata con lo scopo di promuovere la pace e la comprensione tra le nazioni mediante l'istruzione, la scienza, la cultura, la comunicazione e l'informazione per promuovere "il rispetto universale per la giustizia, per lo stato di diritto e per i diritti umani e le libertà fondamentali" quali sono definite e affermate dalla Carta dei Diritti Fondamentali delle Nazioni Unite. La sua sede si trova a Parigi,

Tra le mission dell'UNESCO c'è quella di mantenere e stilare una lista di patrimoni dell'umanità. Questi sono siti importanti culturalmente o dal punto di vista naturalistico, la cui conservazione e sicurezza è ritenuta importante per la comunità mondiale.

I Patrimoni mondiali dell'Umanità


Si indicano come patrimonio dell'umanità quei siti  importanti dal punto di vista culturale, naturalistico, la cui conservazione è ritenuta una priorità per la comunità internazionale.

La Convenzione sul patrimonio dell'umanità ha lo scopo di identificare e mantenere la lista di questi siti, che vengono selezionati tramite criteri precisi e rigorosi per l'inclusione nella lista.

I criteri si distinguono in culturali e naturali. Secondo l'ultimo aggiornamento effettuato nella riunione del 38° Comitato per il patrimonio dell'umanità a Doha tra il 15 e 25 giugno 2014, la lista è composta da un totale di 1007 siti (di cui 779 beni culturali, 197 naturali e 31 misti) presenti in 161 Nazioni del mondo.

L'Italia è la nazione a detenere il maggior numero di siti inclusi nella lista dei patrimoni dell'umanità, con ben 50 nomi, seguita dalla Cina (47 siti) e dalla Spagna (44 siti).

A logo of the United Nations Educational

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail