Expo 2015: scopriamo i Paesi delle spezie

All'Expo 2015 si celebrano i Paesi delle spezie e noi andiamo a scoprire qualcosa di più su queste nazioni, Afghanistan, Brunei Darussalam, Repubblica Unita della Tanzania e Vanuatu.

Expo 2015 - Siete tutti pronti per Expo 2015? Oggi andremo a vedere un Cluster molto particolare, quello dedicato alle Spezie. Partendo dal Cluster delle Spezie di Expo 2015, ecco che andremo a scoprire qualcosa di più sulle spezie, intese sia come ingredienti di cucina che come rimedio medico o anche come prodotto per la bellezza. Visto che la storia delle spezie è inestricabilmente legata a quella dei viaggi di esplorazione, ecco che nell'allestimento troveranno posto le mappe che hanno portato gli esploratori a scoprire il resto del mondo e le spezie. Si tratta di un Cluster importante anche perché negli ultimi anni è aumentata sia la produzione che il commercio delle spezie. In questo Cluster troveranno dunque posto paesi noti per la produzione di spezie, andiamo a vedere qualcosa di più su Afghanistan, Brunei Darussalam, Repubblica Unita della Tanzania e Vanuatu.

Expo 2015: viaggio alla scoperta dei Paesi del Cluster delle Spezie


Afghanistan

Paesi delle spezie all'Expo 2015

Partiamo con l'Afghanistan, paese martoriato dalla guerra e in cui sarebbe bene non viaggiare al momento. La capitale dell'Afghanistan è Kabul: è un paese dove le montagne e i deserti la fanno da padrone, con splendidi paesaggi, ma il clima politico è purtroppo molto teso. Da vedere le Montagne dell'Hindu Kuch, il Minareto di Jam, i Buddha di Bamiyan, le città di Kabul, Herat e Kandahar. Il clima ha un inverno rigido e un'estate torrida.

Passiamo ora al Brunei Darussalam, noto più semplicemente come Brunei o Sultanato del Brunei, anche se il nome ufficiale dovrebbe essere Nagara Brunei Darussalam, ovvero Stato del Brunei, Dimora della Pace. Si trova sull'isola del Borneo, nella zona del sud-est asiatico. Confina totalmente con la Malesia, a parte la zona della costa che affaccia sul Mar Cinese Meridionale. La capitale del Brunei è Bandar Seri Begawan, di sicuro da visitare. Diciamo che di solito si va a visitare il Brunei di passaggio, le spiagge non sono particolarmente rinomata e il territorio è ricoperto da una lussureggiante foresta. Di solito in Brunei si fa una toccata e fuga, difficile che qualcuno vada in vacanza per 15 giorni in Brunei.

Il nostro viaggio prosegue nella Repubblica Unita della Tanzania, stato dell'Africa orientale che si affaccia sull'Oceano Indiano. Fino agli anni Settanta la capitale è stata Dar es-Salaam, la quale è anche la città più grande dello stato, tuttavia adesso in teoria è stata spostata a Dodoma, ma pare che il trasferimento sia ancora in alto mare. Ricordiamo come della Tanzania faccia anche parte l'arcipelago di Zanzibar. Tanzania è sinonimo di savana e di Kilimanjaro, qui i safari fotografici sono all'ordine del giorno. Per quanto riguarda le coste, non sono molto attive dal punto di vista turistico (soprattutto immersioni e snorkeling), tranne quelle a ridosso di Dar es-Salaam (da visitare il National Museum of Tanzania) e Bagamoyo. Ci sono diversi parchi nazionali da visitare: il parco nazionale Mikumi; il parco nazionale di Arusha; il Parco Nazionale del Manyara; il Parco Nazionale del Serengeti; il cratere di Ngorongoro.

Finiamo il nostro viaggio a Vanuatu: il suo nome ufficiale sarebbe Repubblica di Vanuatu, è uno stato insulare, si trova nell'Oceano Pacifico Meridionale e la capitale è Port Vila (da visitare con particolare riferimento all'Etafe). Sono isole di origine vulcanica, precedentemente note come Nuove Ebridi. Pensate che qui troverete ben sette vulcani attivi e tantissime spiagge a dir poco paradisiache. Vanuatu è anche noto per la sua fauna, qui fare snorkeling e immersioni è un obbligo e potrete ammirare anche il dugongo.

Via | Expo 2015

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO