Expo 2015: un viaggio tra i Paesi del riso

Un viaggio nei Paesi accomunati dal riso, alimento alla base della dieta alimentare di molti paesi orientali

Conto alla rovescia per Expo 2015 (Esposizione Universale Milano 2015), il più grande evento mai realizzato sull'alimentazione e la nutrizione. Il tema di quest'anno è infatti "Nutrire il pianeta, energia per la vita", e vuole includere tutto ciò che riguarda l'alimentazione.

La location candidata è l'Italia, Milano in particolare, che dal 1° maggio al 31 ottobre 2015 sarà una vetrina mondiale per accogliere i Paesi  che mostreranno il meglio delle proprie tecnologie per dare una risposta concreta a un’esigenza vitale: riuscire a garantire cibo sano, sicuro e sufficiente per tutti i popoli, nel rispetto del Pianeta e dei suoi equilibri.
Migliaia di stand per scoprire, assaggiare, conoscere e gustare tutti i piatti del mondo, ma anche dibattiti, forum, iniziative varie per confrontarsi su quello che è un tema fondamentale per il pianeta.

In vista di un evento così importante non potevamo non occuparcene anche noi. Così abbiamo pensato di farvi conoscere alcuni Paesi del mondo raggruppandoli per affinità alimentari. In questo caso, il riso, uno degli alimenti che sono alla base della dieta alimentare di molti paesi, specialmente Orientali. Un viaggio nelle vaste risaie, della Cambogia o del Bangladesh, alla scoperta di questo antico cereale che da oltre diecimila anni nutre l'uomo. Dalle valli della Cina il riso si è diffuso in tutto il mondo, aumentando in varietà e adattandosi ad ogni territorio.

Bangladesh


La Repubblica Popolare del Bangladesh è uno stato dell'Asia. Il suo nome significa "Paese del Bengala" in lingua ufficiale bengalese; si estende su 147.570 km²(incluso i 10.090 km di acque), e possiede una popolazione di 161 milioni di abitanti.
Il Bangladesh ha sopportato nel corso dei secoli non poche catastrofi naturali, sconvolgimenti militari e povertà. Dagli anni Novanta, tuttavia, la sua crescita economica sta portando benessere al Paese, sebbene la povertà sia ancora elevata.

La sua capitale è Dhaka, dove si concentra la vita moderna con uffici e banche, mentre la maggior parte della popolazione è dedita all'agricoltura del riso, tè e senape.
Nonostante le difficoltà economiche,  il Bangladesh è meta turistica, soprattutto nelle città di  Dhaka, Chittagong, la seconda città del Bangladesh, Cox's Bazar, una cittadina che si trova nella zona sud-orientale del paese famosa per il turismo balneare di nicchia, il Parco Nazionale del Sundarbans, nella zona sud occidentale del paese. Da vedere la spiaggia di Teknaf e l'isola di St. Martin, nonché la campagna attorno a Nawabganj e le grandi cascate di Nafa-khum, ma anche i numerosi templi.

Cambogia


Il Regno di Cambogia è uno Stato del Sud-est asiatico. Confina a nord con Thailandia e Laos, ad est col Vietnam, a sud ancora con Vietnam e il Golfo del Siam, ad ovest ancora con Golfo del Siam e Thailandia.

Capitale Phnom Penh, è uno Stato principalmente dedito all'agricoltura, del riso in particolare, che è l'alimento principale della dieta cambogiana e il cibo per antonomasia, tanto che uno dei modi per riferirsi al generico cibarsi lo comprende (nyum bai o nam bai, alla lettera "mangiare riso").
Dopo anni di guerre interne, la Cambogia è da poco diventata meta turistica e spirituale per molti buddisti. Meraviglioso è il  complesso di Angkor, millenario sito archeologico riconosciuto patrimonio dell'umanità dall'UNESCO nel 1992.

Sierra Leone


La Repubblica della Sierra Leone è uno Stato dell'Africa Occidentale, sulla costa dell'oceano Atlantico.  La capitale della Sierra Leone si chiama Freetown, un nome che ricorda vicende legate alla liberazione di persone ridotte in schiavitù. Freetown vuol dire infatti "città libera".

L'economia dello Stato si basa principalmente sull'agricoltura e sull'estrazione di metalli pesanti (ferro, bauxite) e dei diamanti. Il turism è poco sviluppato, sebbene in Sierra Leone ci sia una vegetazione sconfinata e parte della foresta tropicale ancora intatta, meta degli amanti del birdwatching. Tuttavia l'epidemia dell'Ebola rende il posto ancora ad alto rischio per via del contagio.

Birmania
Expo2015: viaggio nei paesi del riso


Birmania


La Birmania o Myanmar - ufficialmente Repubblica dell'Unione della Birmania -   è uno Stato dell'Asia sudorientale.  Dopo il colpo di Stato del 1962, è controllata dal regime militare, che ha spostato la Capitale da Yangon a Pyinmana, che è stata ufficialmente rinominata Naypyidaw, cioè "sede dei re".

Sebbene ci siano numerosi e continui conflitti, è un Paese altamente frequentato dai turisti alla ricerca di una vacanza spirituale che faccia bene all'anima, lontani dalla frenesia dell'Occidente. Ecco allora che le mete turistiche sono il tempio di Shwedagon Paya, a Yangon, uno dei simboli dellla Birmania, o la collina di Mandalay, seconda città del Paese, l'antica città reale di Mingun, oppure il volo in mongolfiera sui templi di Bagan o la crociera sul fiume Ayeyarwaddy, visitando le città più importanti della Birmania immersi in un paesaggio dalla natura incontaminata.

Laos


Il Laos ufficialmente Repubblica Popolare Democratica del Laos è uno stato del sud-est asiatico che non ha sbocco sul mare e che Confina a nord con la Cina, ad est con il Vietnam, a sud con la Cambogia, ad ovest con la Thailandia e a nord-ovest con la Birmania.

Un Paese che si basa principalmente sull'agricoltura di sussistenza, di riso in particolare, che rende autosufficienti il 70 per cento delle famiglie. Anche il turismo sta dando una mano all'economia del Paese, che si è aperto agli stranieri dopo i primi anni Novanta, attirati dallo stile di vita molto rilassato e per le bellezze naturali tipiche dell'Asia. Tra le principali attrazioni, vi sono i patrimoni dell'umanità rappresentati dalla città di Luang Prabang e dal sito archeologico religioso di Vat Phu, la gastronomia ed i templi di Vientiane, i particolari panorami di Vang Vieng e della valle del Nam U, le vestigia antiche ritrovate nella piana delle giare, i percorsi di trekking nelle zone popolate dalle variopinte minoranze etniche di montagna nelle province di Phongsaly e Luang Namtha e varie altre bellezze naturali.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO