Danimarca: l'ARoS Kunstmuseum

Il Museo d\'arte a Aros in Danimarca

Giungo ad ARoS (si scrive così) in Danimarca grazie all'Ente Turistico del paese, e la prima cosa che vado a vedere è forse quella per cui questa città portuale di 300.000 abitanti a due ore di macchina da Copenaghen è famosa nel mondo: il Kunstmuseum (sito in danese), il museo di arte moderna. E' collocato in un'enorme piazza erbosa proprio nel centro della città e trovarlo non è difficile perchè come il campanile della cattedrale, già da lontano lo riconosci subito e soprattutto guardandolo puoi orientarti nelle viuzze tra le indicazioni in danese. Questo perchè sul suo tetto c'è l'installazione di Olafur Eliasson di cui avevamo parlato qui, il Rainbow Panorama, un enorme anello trasparente e percorribile, che ha i colori dell'arcobaleno.

Mentre addenta felice la specialità del bistrot del museo, che decisamente consiglio (un hotdog stiloso tutto nero, dal pane, alla salsiccia, agli ingredienti del ripieno), mi spiega uno dei grandi capi della struttura, che il progetto dell'edificio richiama i gironi danteschi. Quando scendi nel basement giri intorno alla scultura gigante Boy e ti inoltri nelle stanze buie dell'ipotetico inferno, dove si trovano, tra gli altri, le installazioni di Bill Viola, Tony Oursler e Pipilotti Rist. Nonostante siamo in un giorno della settimana c'è un viavai molto intenso di persone e noto subito che nei gironi di mezzo ce n'è per visite chilometriche (parliamo di 10 piani di esposizione in totale), cosa che pare non scoraggiare affatto le tantissime -e rumorose, e molto ben tollerate- famigliole presenti.

E il paradiso dov'è? Sul tetto naturalmente, che ospita il famoso anello da cui vedi il panorama a 360° attraverso il filtro del colore, con tonalità che variano continuamente grazie ai giochi di luce delle nuvole. Ora c'è un vento del nord bello tosto che mi sferza la faccia e non lo consiglierei, ma d'estate chi vuole può venire qui sulla terrazza a bighellonare o a lavorare con il computer (wireless gratuito) come in una piazza, con il plus di una vista panoramica sul centro storico e sul porto della città a perdita d'occhio sul mare. Ma la cosa che non potete perdere se venite qui è la mostra personale di Olafur Eliasson; c'è una stanza, vietata non a caso ai claustrofobici, che è un'esperienza mistica. Si chiama Your Atmospheric Colour Atlas e al suo interno ti ritrovi a vagare nella nebbia più pesta con le mani bene in avanti per non andare a sbattere. Unico orientamento: i colori -ancora una volta- che dipingono completamente l'atmosfera, e ora vi svelo il trucco, se vi siete persi l'uscita è nell'area arancione.

Il Museo d\'arte a Aros in Danimarca
Il Museo d\'arte a Aros in Danimarca
Il Museo d\'arte a Aros in Danimarca
Il Museo d\'arte a Aros in Danimarca

  • shares
  • +1
  • Mail