Al mare in Sri Lanka, cosa vedere

Perfetta armonia di paesaggi e attrazioni, ecco cosa vedere in Sri Lanka tra spiagge e mare

Intendiamoci, se avete in testa le Maldive, avete sbagliato meta. Lo Sri Lanka offre un panorama eccezionale, tra cui spiagge meravigliose, ma anche tantissime cose da vedere oltre al suo mare, che per altro ha una corrente molto forte.

Foreste equatoriali, piantagioni di tè, spezie profumate, montagne, natura incontaminata, animali mitologici. Ed un popolo amichevole e cordiale, la cui gentilezza e il cui sorriso vi resteranno per sempre nel cuore.

L’antica isola di Ceylon che tanti paesaggi tropicali e selvaggi evoca, massacrata in passato da lotte interne e poi dallo tsunami del 2004, torna a splendere e a mostrare il suo mix di monumenti e mare.

Le spiagge, come detto, non mancano di certo con 1.600 chilometri di costa dello Sri Lanka e chi arriva in tale tratto di mondo può scegliere comunque di dedicarsi al dolce far niente o a svariate attività sportive. Dallo sci d’acqua, al surf alle immersioni, le località balneari sono specifiche per ogni tipo di evasione di questo tipo, per staccare davvero la spina e rilassarsi del tutto. Questo sempre senza dimenticare la sua vera peculiarità: le piantagioni di tè. Ne ricoprono le colline, soprattutto nella zona di Kandy e il turista può scegliere di unire al tour l’interno e le aree di mare.

sri lanka

Per chi è appassionato di fauna marina, anche con il semplice snorkeling, non è difficile stupirsi tra colori e specie anche rare. Chi raggiunge, poi, profondità maggiori può trovarsi faccia a faccia con l’angelo imperatore, il pesce-chirurgo, il pesce leone, tanto per citarne alcuni.

Le spiagge e la barriera corallina

Le località dove indossare pinne o scarpette per non graffiarsi con i coralli, sono soprattutto Mirissa, Hikkaduwa, Tangalle, Unawatuna. In giro tra le profondità locali, poi, non manca la possibilità di esplorare antichi e famosi relitti. Uno su tutti? La Conch, la prima nave costiera al mondo che fu affondata nel 1903. C’è poi la portaerei H.M.S Hermes, affondata dai giapponesi nel 1942.

srilanka1
foto by @divinaviv

Tra le spiagge più note, invece, c’è Trincomalee, sulla costa orientale, perfetta per chi deve praticare windsurf, soprattutto quando arriva il monsone sud occidentale e il vento agita il mare. Ci sono, poi, Negombo e Hikkaduwa dove si pratica il Wake Board (monosci nautico) e il kitesurf. Le altre spiagge sono: Marawila, Waikkal, Mount Lavinia, Kalutara, Beruwala, Wadduwa, Bentota, Dickwella, Hikkaduwa, Galle, Unawatuna, Talpe, Weligama, Mirissa, Matara, Tangalle, Aurugam Bay, Batticaloa, Kalkudah, Passikudah, Nilaveli.

srilanka2
foto by @divinaviv

Clima

Fondamentale da ricordare. Un clima tropicale con due stagioni distinte, una secca ed una umida, influenzato da due monsoni:

- Sud-ovest che soffia tra maggio e agosto. E' il più intenso dei due e porta pioggia lungo le coste meridionali e occidentali e sugli altopiani centrali;

- Nord-est soffia tra ottobre e gennaio porta invece piogge lungo le coste settentrionali e orientali.

Le zone settentrionali e orientali del paese sono le più aride. La temperatura è costante tutto l’anno con una media di 28/30 gradi. Negli altipiani centrali poi le temperature, a causa dell’altitudine, sono più basse.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 11 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO