Cosa vedere a Bologna: le mete da non perdere

La Grassa, la Dotta, la Rossa. Tanti sono i modi per chiamare Bologna, città famosa per i suoi monumenti, la sua cucina e il fermento culturale

La Grassa, la Dotta, la Rossa. Tanti sono i modi per chiamare Bologna, città simbolo dell'Emilia Romagna, con i suoi monumenti, la sua cucina e il fermento culturale che da sempre la contraddistingue.

Famosa per avere una delle università più antiche d'Italia e d'Europa ma anche per episodi di cronaca più amari come la strage alla stazione centrale nel 1980, Bologna è una città in cui ognuno può trovarsi a suo agio e alimentare i propri interessi, culturali ma anche culinari. Vediamo allora cosa assolutamente non si può perdere se vi trovate in questa città.

I portici


Impossibile non vederli: i portici sono il simbolo di Bologna. Ben 38 chilometri si trovano nel solo centro storico. I portici di Bologna hanno una funzione molto pratica - servivano e servono per ripararsi dalla pioggia -ma anche un aspetto molto romantico, inoltre oggi sono il luogo di ritrovo di molti giovani per via dei numerosi locali, botteghe e gallerie che sorgono sotto i portici.

Torre degli Asinelli


Altro simbolo della città, la torre degli Asinelli appartengono alle ultime torri rimaste in piedi, costruite tra il XII e il XIII per scopi militari. secolo, oggi ne restano meno di venti. Queste strutture avevano una funzione sia militare. I visitatori più audaci possono spingersi a salire fin su (ci sono 498 gradini) ed ammirare il panorama della città dall'alto dei suoi 97 metri.

Piazza Maggiore


Centro vitale di Bologna, Piazza Maggiore è la piazza principale della città, nella quale si trovano i principali palazzi ed edifici storici, come il Palazzo Comunale, Palazzo dei Bianchi e la Basilica di San Petronio.
La piazza è famosa - ed evitata - soprattutto dagli studenti universitari, che evitano di attraversarla perchè altrimenti non si si laurea più.

piazza Maggiore a Bologna

 

Basilica di San Petronio


Al centro di Piazza Maggiore, è tra le 5 chiese più grandi al mondo. Hanno contribuito a quest'edificio in stile gotico artisti come il Parmigianino e il Masaccio. Famosa è la Meridiana, costruita dal Cassini per dimostrare che era la Terra a girare intorno al Sole, e non viceversa com'era credenza del tempo.

L'Università


L'Alma Mater Studiorum, o meglio l'università di Bologna è una delle istituzioni più antiche d'Europa. Qui studiarono personaggi celebri come Dante Alighieri, Petrarca, Torquato Tasso, Giovanni Pascoli ma anche Andrea Pazienza, sebbene abbia lasciato a due esami dalla laurea al DAMS.

La cucina


Bologna è conosciuta come La Grassa per la ricchezza e la prelibatezza della sua cucina. Se visitate a Bologna fermatevi a mangiare un piatto di tagliatelle condite con del ragù alla bolognese, dei tortellini ripieni di carne, o semplicemente un panino con la mortadella. Non rimarrete delusi.

Piazza Santo Stefano a Bologna

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO