Capodanno 2015: cosa fare in Marocco

Il Marocco è una destinazione da vivere. Tra deserti, cultura e tradizioni regala emozioni sempre. Ancora di più all'inizio dell'anno

Il Marocco resta una meta molto amata in ogni stagione, soprattutto alla fine dell'anno. Capodanno in stile esotico ma senza allontanarsi troppo. La crisi del resto non permette di volare dall’altra parte del mondo, ma anche percorrendo brevi distanze si possono incontrare paesaggi e tradizioni differenti per una notte di San Silvestro e un inizio d’anno speciale.

Il Marocco potrebbe rappresentare l’alternativa giusta. Raggiungibile facilmente dai principali aeroporti italiani anche con compagnie aeree low cost, garantisce la possibilità di optare per una vacanza personalizzabile a seconda delle proprie esigenze.

Chi ama l’avventura può prenotare delle escursioni nel deserto o in città meno turistiche. Allo stesso modo ci si può dedicare al dolce far niente all’interno di un resort o un tipico riad o, ancora, ad un giro tra mercati e bazar in cerca di un originale e colorato souvenir. Di sicuro il Marocco è perfetto per le famiglie con bambini, ma anche per le coppie e per i single a patto di non aspettarsi addobbi o eventi a tema che ricordino il Natale appena passato. Da queste parti, infatti, la data per festeggiare queste festività in calendario è diversa. Una differenza che però vale solo relativamente in zone storiche ma turistiche come Casablanca, Essaouira, Fes e Marrakeck.

Si può scegliere di prendere parte al classico veglione all’interno di uno dei locali presenti, tra musiche, danze e divertimento o recarsi nelle piazze principali, non ultimo proprio Piazza Jemaa el-Fnaa a Marrakech tra incantatori di serpenti e venditori ambulanti.

Per chi cerca una avventura alternativa, non c’è niente di meglio del Capodanno nel deserto, tra cieli stellati e il Sahara, seguendo percorsi prestabiliti in dromedario ed emozionandosi di fronte ad infuocati tramonti.

Un mare di sabbia che sa di passato e che è stato attraversato più volte dalle piste carovaniere. Molti sono i tour operator locali con i quali organizzare un percorso di questo tipo con cucina marocchina (tajine, mechwi, couscous, insalata marocchina, zuppa di harira, pasticceria marocchina e frutta) e pernottamento in pieno stile nomade.

Per quanto riguarda i tour dei luoghi simbolo del Paese, tra i più richiesti resta quello delle città imperiali. In questo caso il giro comprende oltre a Marrakeck anche Rabat, Casablanca, Fes, Meknes e Beni Mellal.

Decisamente un Capodanno diverso rispetto alla serata con amici o con parenti, che non lascia come nel caso di un viaggio un bagaglio di interessanti esperienze nel cuore e nei ricordi.

marocco capodanno

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO