L'Europa ci ripensa, niente Body Scanner (a raggi X) negli aeroporti

Scansione al body scanner

L'Europa vieta i Body Scanner, quelli che utilizzano la tecnologia a raggi X, che invece continueranno ad essere utilizzati negli U.S.A. . Il fatto è, che le conclusioni delle ricerche condotte in Europa, non hanno escluso possibili danni alla salute dall'utilizzo di questa tecnologia. Certo si tratta di numeri molto piccoli, ma insomma non si può escludere l'insorgenza del cancro causato dall'utilizzo di questi macchinari.

l'Europa ci ha dunque ripensato, è tornata indietro rispetto una sua precedente decisione, e questo è un fatto degno di nota (perseverare nell'errore è diabolico ha detto qualcuno), anche se la Commissione lo comunica in fondo, in fondo, al comunicato stampa, quasi a nascondere la notizia (o comunque non se ne da il giusto rilievo).

LA TSA, la Transportation Security Administration USA, non commenta la decisione europea, ribadendo però di aver sottoposto a rigorosi test, i body scanner utilizzati (a raggi X), che rispondo in tutto ai loro standard. Vista la decisione della CE, c'è da chiedersi quale peso abbia la salute dei passeggeri rispetto alla sicurezza dei voli in questi standard.

In Europa; lasciamo gli USA e vediamo cosa ha stabilito la CE. Facoltà e non obbligo di installazione di body-scanner, che comunque non potranno utilizzare i raggi X; facoltà del passeggero di chiedere comunque un metodo di verifica alternativo (le mani...); lo scanner non deve riprendere la testa; le immagini non devono essere in alcun modo conservate; l'addetto allo scanner deve stare in una stanza separata dalla zona dove transita il passeggero.

Foto | Wikipedia

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: