TripAdvisor: multa dall'Antitrust per le recensioni false

L'organismo che tutela la concorrenza ha agito su richiesta di Federalberghi, di Unione Nazionale Consumatori e di alcuni cittadini.

Schermata 12-2457014 alle 17.00.23

Tutti noi viaggiatori fai-da-te ce ne eravamo accorti da un po': TripAdvisor non è più la "bibbia" che poteva essere consultata fidandosi ciecamente, come accadeva fino a tre-quattro anni fa. Alzi la mano chi non ha mai discusso almeno una volta coi propri amici riguardo l'attendibilità delle recensioni o chi non si sia arrabbiato dopo aver preso una "cantonata" a causa dei commenti fin troppo positivi a un ristorante o un albergo. Per una volta la "vox populi" ha ottenuto un riconoscimento ufficiale: l'Antitrust oggi ha multato il portale del gufo con un'ammenda di 500mila euro (mica poco) per "diffusione di informazioni ingannevoli sulle fonti delle recensioni".

La società di diritto USA TripAdvisor LLC e TripAdvisor Italy S.r.l dovranno versare la somma entro trenta giorni e entro novanta saranno obbligate a prendere provvedimenti per arginare il fenomeno delle recensioni false. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (o Antitrust che dir si voglia) ritiene che la pratica irregolare sia in essere dal 2011, ma tutti noi sappiamo che questa "piaga" è il punto debole di TripAdvisor da sempre: il portale è già stato multato in Francia nel 2011.

Ora che arriva una sanzione ufficiale alla brutta abitudine di raccontare frottole da parte di una parte degli utenti, cosa sarà degli attestati di qualità che tantissimi esercizi sfoggiano con orgoglio? Valgono ancora? Certamente laddove le recensioni sono tante, l'attendibilità di TripAdvisor resta immutata, se non altro per la difficoltà di manovrare "grandi numeri", ma la possibilità di recensire posti senza dimostrare di esserci stati (come avviene invece per altri siti che ammettono la recensione solo dopo il pagamento e la fruizione del servizio) resta un "ventre molle" molto facilmente attaccabile dai commentatori truffaldini. Vediamo se mezzo milione di multa spingerà TripAdvisor a cambiare policy.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: