Rio de Janeiro, la splendida location del film Trash

Trash di Stephen Daldry è il film vincitore del Festival del Film di Roma 2014. Girato a Rio de Janeiro, splendida location che ha contribuito alla vittoria della pellicola

Anche quest'anno il Festival Internazionale del Film di Roma 2014 ha premiato la qualità. Si tratta di Trash, film diretto da Stephen Daldry, regista di Billy Elliot e The Hours, e tratto dall'omonimo romanzo di Andy Mulligan, che ha vinto il Premio del Pubblico come Miglior Film della sezione “Gala” alla nona edizione del Festival del Film e il Premio speciale della giuria di “Alice nella Città”.

Trash è la storia di Rafael, Gardo e Gabriel, tre ragazzini che abitano nelle favelas brasiliane di Rio de Janeiro e campano rovistando e smistando i rifiuti. Un lavoro misero, finchè un giorno Rafael trova nella discarica un portafogli con denaro, una foto con dei numeri sul retro, una chiave e un calendario con l'immagine di San Francesco e una chiave. Da questo ritrovamento partirà un'intricata storia di inseguimenti e avventure per le strade di Rio de Janeiro.

È Rio de Janeiro, infatti, la città nella quale sono state girate le scene del film. Tra le città più grandi del Brasile, Rio de Janeiro - che tradotto vuol dire "Fiume di Gennaio" - è famosa in tutto il mondo per le meravigliose attrazioni naturalistiche e culturali che la rendono una meta turistica eccezionale.

Tra queste sicuramente ci sono le spiagge, come Copacabana e Ipanema, menzionata anche nella famosa canzone "Garota de Ipanema" di Joao Gilberto, la gigantesca statua del Cristo Redentor che domina la città dal monte Corcovado, il Pão de Açúcar, o Pan di Zucchero, altra splendida vetta dalla quale ammirare la città e non per ultimo il famoso Carnevale di Rio, conosciuto in tutto il mondo.

BRAZIL-CARNIVAL-RIO-PARADE-GRANDE RIO

Rio de Janeiro è la citta dei carioca, gli abitanti del posto, più di 11 milioni di persone che vivono nella metropoli con i suoi grattacieli immensi e nelle favelas, ai margini della città: si tratta dei quartieri poveri e a Rio si contano oltre 600 favelas, ognuna con il proprio nome, la propria storia e i propri abitanti.

La maggior parte delle favelas si trova nella zona nord e a ovest, mentre a sud si trova la favela di Rocinha, la più grande bidonville di tutto il Brasile.

Le favelas non sono altro che l'esempio di una espansione territoriale sregolata, frutto di un'industrializzazione della città – che risale agli anni Trenta - che ha portato a un'urbanizzazione selvaggia e abusiva fatta di casette e baracche realizzate con materiale di recupero.

Le principali favelas di Rio de Janeiro sono: Rocinha, Cidade de Deus, Santa Marta, Complexo da Maré, Complexo do Alemão, Mangueira, Morro da Providência (Morro da Favela), Vidigal e Vila Cruzeiro. Attualmente le più sicure per i turisti - perché ripulite dai narcotrafficanti - sono solo Vidigal e Santa Marta. Qui hanno aperto alcune strutture ricettive come ostelli, ristoranti e locali e organizzano numerose attività culturali - musicali in primis - che sono il cuore pulsante della favela. A Santa Marta c'è il Botafogo, una funivia che sale fino alla parte più alta, da dove potrete godere di un panorama mozzafiato.

È comunque consigliabile girare per le favelas con un accompagnatore esperto del luogo. A Rio vengono infatti organizzate numerose visite con operatori turistici in grado di accompagnarvi per le vie di questi slums. Per quanto riguarda il film invece, non perdetevi l’uscita nelle sale il prossimo 27 novembre

Rio de Janeiro, la splendida location del film Trash

Iniziativa realizzata in collaborazione con Universal Pictures International Italy

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 20 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO