In aereo si può telefonare e navigare: buone notizie per chi vola

Addio alla noia e all'astinenza da internet: sempre più vicino il momento in cui non dovremo più spegnere il telefono.

Avete presente quel momento in cui l’aereo parte e realizzate che non potrete più utilizzare il vostro smartphone per diverso tempo? La maggior parte di voi, sicuramente apprende ogni volta l'informazione con un certo fastidio, ma ci sono buone notizie.

Presto non sarà più obbligatorio privarsi dell’utilizzo di questo gioiello tecnologico tanto amato, così come della connessione di pc e altri dispositivi simili. Pure in volo, infatti, si potrà telefonare, parlare e connettersi. Per molte compagnie, connettersi è già possibile.

E dire che per anni ci hanno terrorizzato con la storia del "pericolo". Alcuni passeggeri (gli stessi che ora si metteranno a parlare ad alta voce disturbando tutti) addirittura si arrabbiavano se ti vedevano scattare una foto dal finestrino. Ora potrete fare bellissimi video come quello qui sopra, senza sentirvi dei terroristi.

Che cosa è cambiato quindi? Solo l'ammissione che in effetti certi oggetti non disturbavano affatto le operazioni di volo. Adesso, l’Easa, l’agenzia europea per la sicurezza aerea, dopo i dovuti controlli ha autorizzato l’uso di pc, tablet e cellulari in qualunque fase della tratta. L’effetto sarà quasi immediato su tutti i Paesi membri dell’Unione Europea, per la gioia di tutti.

Nessuno vi chiederà, perciò, di metterli in modalità aereo, anche se questo non vuol dire che ci si possa sentire liberi in questo senso sin da subito. Nello specifico, ogni compagnia dovrà prima verificare che sui suoi aerei l’utilizzo di questi dispositivi non crei problemi e non vadano a disturbare le strumentazioni di bordo in alcun modo. Ma è chiaro che non ci saranno grandi problemi, se non per la mancanza di rete effettiva a 10mila metri ed il disturbo agli altri passeggeri nelle altre fasi del volo.

Potrebbero poi scattare dei permessi limitati sull’uso dei cellulari e compito del passeggero è comunque, quello di rispettare le decisioni di ogni diverso brand. Insomma, i permessi ci sono, ma ogni compagnia deve decidere e valutare se è in grado di sostenere questa novità, nell’interesse di tutti i passeggeri e del personale di bordo. Il vero unico problema, è che non si dormirà più. Di certo.

telefonino-in-volo

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: