Dal Ministero dello Sviluppo Economico si all'amministrazione straordinaria di Valtur

Valtur Inverno

Si; il Ministero dello Sviluppo Economico ha detto si a Valtur, alla richiesta del tour operator italiano di essere ammesso alla procedura di amministrazione straordinaria, parte del piano per ripianare il buco di 300 milioni di euro, e uscire dalla crisi in cui era piombata la società.

Tre commissari; il si è venuto con un decreto ministeriale, con il quale si è provveduto anche alla nomina dei tre commissari straordinari a cui, come previsto dalla procedura di amministrazione straordinaria, è stata affidata la gestione della società. I commissari nominati sono Stefano Coen, avvocato e docente universitario di Diritto Privato, Daniele Discepolo, avvocato già commissario straordinario nella crisi di Livingston, e Andrea Gemma, docente universitario di Diritto Privato.

Il futuro; della società sta nella riuscita del piano, che prevede un aumento di capitale (tra i 30 e i 50 miloni di euro), la dismissione di alcuni edifici non strategici per Valtur, e l'affitto a terzi di alcuni dei 22 villaggi di proprietà di Valtur. A questo punto ci si augura, soprattutto per gli oltre 3.000 dipendenti, che la società recuperi la propria capacità d'impresa, e la gestione possa tornare nelle mani della proprietà.

  • shares
  • Mail