10 cose da vedere a Bangkok


La più amata nel 2011; prendiamo spunto dalla notizia che secondo Travel & Leisure la città del mondo preferita dai turisti è Bangkok, seguita da Roma e Firenze (tanto per riprender morale dalla botta del Bunga Bunga). Tanto da vedere, tanto da fare, nella capitale asiatica, sospesa tra passato e futuro, tanto che rimane difficile anche semplicemente decidere, se la preferiamo all'alba o al tramonto. Foto WPPilot.

Chao river a Bangkon


Altro ed eventuale;

se poi avete tempo e voglia, oltre al minimo essenziale che trovate nel seguito in forma di classifica, dovete sapere che a Bangkok si celebra il bellissimo Loi Krathong, che in città girano tanti elefanti, e che, volendo, potete pranzare nel ristorante che non mette incinta le proprie clienti.


    10° Khao San Road; se odiate la folla, la confusione, il rumore, evitate questa tappa e passate oltre, ma così non capirete perchè migliaia di turisti affollano questa strada, che forse non è una strada, dal mattino alla sera, per mangiare, cercare una guest-house dove dormire o anche solo per trovare il souvenir da riportare a casa. Foto kevinpoh.


    9° La fattoria dei serpenti(Snake Farm); l'origine di questo cento di allevamento dei serpenti è molto seria, tanto che nacque su iniziativa del re già nel 1912. Il fatto è che qui, dove i rettili sono di casa, produrre gli antidoti è questione di vita o di morte. Col tempo il centro è diventato anche un'attrazione turistica, un modo per conoscere i rettili, grazie a spettacoli giornalieri (giocano con pitoni) e dimostrazioni su come si estrae il veleno. Foto David Bailey MBE.


    8° Oriental Spa; non si viene a Bangkok senza fare un massaggio Thai, e uno dei posti dove si può capire il perchè è la Spa del Mandarin Oriental (in alternativa fateli al Wat Pho). Foto caspermoller.


    7° Siam Ocean World; semplicemente il più grande acquario del sudest asiatico, dove gli squali la fanno da padrone. Non guasta poi che sia vicino al Siam Center, forse il centro commerciale più frequentato di Bangkok. Foto Allie_Caulfield.


    6° Casa di Jim Thompson; forse il museo più popolare tra i turisti, che vengono qui per ammirare la collezione di oggetti artistici, provenienti da tutto il sudest asiatico, collezionata da un ricco commerciante di seta americano negli anni '60. Foto Ahoerstemeier.


    5° Chinatown; anche nota come Sampeng, dove nel 1780 si trasferirono i mercanti cinesi per liberare l'area dove sarebbe poi sorto il palazzo reale. Shopping, tanto shopping, e cucina cinese di buona qualità. Foto hkgalbert.


    4° Mercato galleggiante di Damnoen Saduak; definita da molti un’esperienza di shopping unica al mondo! Qui si possono contrattare gli acquisti direttamente dalla barca, mentre si naviga, miracolosamente illesi, tra intersezioni di canali fino al centro del mercato, dove si ha l’occasione di fare delle splendide fotografie, immersi nei vivaci colori dei vestiti e delle mercanzie.Foto simpson.


    3° Palazzo Reale; il consiglio di quei giramondo di IgoUgo è quello di arrivarci con un barca lungo il fiume Chao Phraya; una esperienza emozionante, che regala una prospettiva diversa della città, ed evita la congestione del traffico cittadino. Foto Mda.


    2° Wat Arun; l'imponente profilo di guglie torreggianti di Wat Arun è probabilmente diventato uno dei simboli più riconosciuti del sudest asiatico. Il tempio, della prima metà del 19° secolo, costruito nello stile antico Khmer, con le caratteristiche e belle decorazioni in porcellanato smaltato cinese, è ancor più stupefacente da vicino. Contrariamente a quanto suggerisce il nome, tempio dell'Alba, da il meglio di se all'alba. Foto Diliff.


    Wat Pho; uno dei templi più antichi, ed il più grande di Bangkok, ospita il famoso Buddha disteso; 15 metri di altezza e 46 metri di lunghezza. Qui si possono poi sperimentare gli impagabili e tradizionali massaggi thai. Foto Douglas J. McLaughlin.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: