Cosa non potete perdere se siete a Oslo

Grande città moderna, completamente immersa nel verde: questa è Oslo, capitale della Norvegia, dal 2007 annoverata tra le città più verdi d'Europa

Grande città moderna, completamente immersa nel verde: questa è Oslo, capitale della Norvegia, dal 2007 annoverata tra le città più verdi d'Europa.

Attrazioni, monumenti, parchi, spiagge, fiordi e gallerie d'arte fanno di Oslo una meta turistica per eccellenza, dove il turista può trovare di tutto. Vediamo quali sono le tappe imperdibili da segnare sulla vostra cartina per conoscere meglio questa città.

Oslo è innanzitutto la città dove avviene ogni 10 dicembre l'assegnazione del Premio Nobel per la Pace, imperdibile è dunque una visita al Nobel Peace Center o Centro Nobel per la Pace. Si tratta di un museo che mette in mostra non solo i vincitori dei Premi Nobel, ma anche gli ideali che si nascondono dietro a questa manifestazione. Inoltre il Centro è anche un'arena dove vengono promossi eventi culturali e politici, dibattiti e incontri su temi come la pace, la guerra e la risoluzione dei conflitti.
Sempre restando in tema di Nobel, ci sono altri luoghi legati a questo premio da visitare, come il Municipio, o l'Oslo Spektrum, grande arena dove ogni anno si tiene il concerto per il premio Nobel per la Pace.

Per gli amanti delle tradizioni c'è il Museo Folkloristico norvegese, vasta area all'aperto che mostra 155 case ricche di tradizione e provenienti dalle diverse regioni norvegesi. Qui, oltre a  visitare il parco giochi storico e le mostre con i costumi tradizionali e l'arte popolare, si svolgono molti laboratori, soprattutto per bambini, come quello per la preparazione del lefser, un tipo di piadina dolce tipica del luogo.

Una tappa imperdibile, specie se si ama l'arte moderna, è sicuramente la Nasjonalgalleriet, Galleria Nazionale: qui si trovano capolavori di artisti celebri come Edvard Munch - il celebre Urlo è proprio qui - Picasso, Gauguin, Monet, Manet, Renoir, Degas, Cézanne e Matisse.
Tra i musei annoveriamo anche il Museo delle Navi vichinghe, che ospita queste imponenti imbarcazioni conservate in ottimo stato da più di mille anni.  La più solenne fra tutte le navi è la Oseberg, che richiedeva ben 30 rematori, decorata sulla poppa e sulla prua con sculture che ritraevano un drago e un serpente.

Se cercate il verde, siete nel posto giusto, con i suoi immensi parchi e giardini botanici. C'è il Vigeland Park, dove all'interno sono state allestite molte opere dello scultore norvegese Gustav Vigeland. Ben 212 sculture in granito e bronzo, come quella del Sinataggen, la "piccola testacalda" o l'Obelisco, dove i corpi si avvinghiano l'uno con l'altro.
Se vi piacciono queste opere, potete trovarne altre nel Museo Vigeland, che si trova nei locali dell'atelier e alloggio dello scultore e contiene lavori originali dal 1890 agli anni '40.
Sculture all'aperto di altri artisti potete trovarle anche al Peer Gynt sculpture park, ispirate all'omonima opera di Henrik Ibsen e il Tjuvholmen Sculpture Park, con le opere di Renzo Piano.
Il TusenFryd Amusement Park è invece un parco giochi adatto ad ogni età, con montagne russe, giostre d'ogni genere e anche un parco acquatico.

Oslo è una città a misura di bambino, molto attenta alle sue esigenze: lo dimostra un Museo interamente dedicato a loro, il Museo Dell'Arte Infantile con opere di bambini e giovani provenienti da circa 180 paesi diversi, laboratori didattici e percorsi informativi alla scoperta dei loro pensieri e delle loro emozioni.

Tra i monumenti, una visita al meraviglioso castello di Akersneset è d'obbligo, imponente edificio risalente al 1300 situato sulla cima della collina Akersneset. Da non perdere il cambio della Gurdia Regale che si svolge tutti i giorni alle 13:30.
Girando per il centro storico non potete non imbattervi nella cattedrale di Oslo, costruita nel 1697, celebre per le sue vetrate istoriate e per i bellissimi soffitti dipinti. All'interno si svolgono tanti e suggestivi concerti mentre sul retro della cattedrale si trovano le Basarhallene, sale del bazar,dove d'estate si svolge un caratteristico mercato d'antiquariato.
Il Palazzo Reale è un'altra meta da segnare: qui dimorano i sovrani norvegesi dal 1848 quando Oslo ancora si chiamava Christiania. Oslo

Oslo

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 22 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO