La crisi economica e i paesi più convenienti da visitare

Irlanda

Crisi: lo ammetto, proprio non sopporto più questa parola. Ad ogni modo leggevo delle statistiche su come la recessione economica abbia influenzato il settore turistico, niente studi complicati, ma semplici esempi su costi di hotel, trasporti e simili.

Ne viene fuori che le nazioni dove, per effetto della crisi, è più conveniente viaggiare sono l'Irlanda (35$ dollari in meno, in media, per una notte in hotel rispetto al 2007), Inghilterra (prezzi invariati dal 2007 ad oggi), Austria, Grecia e Spagna, dove nonostante l'aumento dell'IVA i prezzi sono sostanzialmente invariati.

Niente da fare per Paesi Bassi, Svizzera, Germania, e Francia invece, dove a quanto pare se ne fregano ("in Francia una birra costa il 52% in più che nel 2007"). E l'Italia? Beh, leggo che "una bella cena per due, a Roma, costa oggi 150 dollari (110 euro), il 42% in più che nel 2007". E te pareva...

Foto | Steve-h

  • shares
  • Mail