Castelli nei dintorni di Monaco, per un tour tra fortezze da favola

Stile opulento, dettagli ricercati e mitici manieri: tra Monaco e la Baviera un tour è indimenticabile

I castelli nei dintorni di Monaco, e in Baviera in generale, sono in grado di far sognare come pochi al mondo, anche perché la fortezza simbolica dell’area, quella di Neuschwanstein è l’icona delle favole Disney, utilizzata come modello per riprodurre quella della Bella Addormentata nel bosco.

A farla realizzare ci ha pensato il celebre Ludwig II e si trova relativamente vicino a Monaco, circa a due ore di distanza in auto e riprende le antiche residenze feudali tedesche. Gli orari per la visita vanno dalle 10 alle 16 e il costo del biglietto è di 9 euro, mentre i bambini entrano gratis. La visita ha una durata totale di 35 minuti.

Se vi siete già persi nell’Oktoberfest e nell’atmosfera autunnale del periodo, dimenticate i fiumi di birra e concedetevi anche un solo lungo weekend alla scoperta di questo tratto di Germania tanto suggestivo.

Ad un’ora e mezza di strada da Monaco, invece, c’è il castello di Linderhof che rappresentava la vera dimora di Ludwig II e dove abitò per otto anni. Un tempo era il padiglione di caccia del padre Massimiliano, prima che lui lo trasformasse in una piccola Versailles.

Bellissimo il giardino tra fontane e statue, così come i lussuosi arredi. L’area più elegante è la sala degli specchi con stucchi bianchi e dorati in stile rococò, quadri e preziosi elementi intorno. Il nome è legato ad un tiglio, che in tedesco si dice Linde, nel cuore verde del parco da secoli.

Non lontano dalla città, poi, ci sono pure il il Castello di HerrenchiemseeIn e quello il Castello di Hohenschwangau. Quest’ultimo fu ristrutturato dallo stesso Ludwig II, ma è sorto nel XII secolo. Il primo, invece, si trova nell’omonima isola e qualche volta viene chiamato Neues Schloss Herrenwörth, nome antico della zona. Un grande progetto con i lavori che però si conclusero dopo la morte del sovrano. Ecco perché alcune parti sono rimaste incompiute.

A Monaco, poi, c’è il castello di Nymphenburg, cioè “castello delle Ninfe”. E’ in stile barocco ed era la residenza estiva dei re di Baviera.

Un tour di questo tipo, comunque, non può prescindere da un giro anche a Monaco, destinazione di arrivo e spesso pure punto di incontro per il ritorno, soprattutto se il viaggio è organizzato. Iniziando in mattinata si può osservare il monumentale Maxililaneum, sede del Parlamento Bavarese e la Koningsplatz, Piazza Reale. L’itinerario può proseguire tra Residenza Ducale, la cattedrale Frauenkirche e Marienplatz, centro nevralgico della parte storica. Bella anche la visita notturna tra palazzi e monumenti.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 87 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO