Il Palazzo reale di Phnom Penh


Phnom Penh; se si viaggia in Cambogia prima o dopo si passerà nella capitale Phnom Penh, città dal passato terribile, che però conserva anche vestigia di lontani splendori, come il Palazzo Reale, senza dubbio la più grande attrazione turistica di Phnom Penh. Il Palazzo Reale, che si trova non distante dal Mekong, è stato costruito nel 1866 quanto i sovrani fecero di Phnom Pehn la capitale del paese, con l'ingresso rivolto ad est, per salutare il sole nascente.

La struttura del palazzo; quando ci si riferisce al Palazzo, in effetti ci si riferisce a tutta un'area, circondata da curatissimi giardini (e la passeggiata nei giardini fa parte della visita stessa al Palazzo), suddivisa in tre zone, identificate dalla costruzione principale. Queste sono: la sala del trono (nelle fotografie), la pagoda d'argento e il padiglione del chiaro di luna.

La sala del trono; era il luogo dove i consiglieri del re, i generali e i funzionari reali svolgevano le loro mansioni; ancora oggi è in uso come luogo di cerimonie religiose e reali (come incoronazioni e matrimoni reali), nonché come luogo di incontro per gli ospiti di riguardo del re. Il palazzo, con pianta a croce, è coronata da tre cuspidi, la centrale delle quali, alta 59 metri, è sormontata da un cubo bianco, sui cui quattro lati è dipinta la testa di Brahma. All'interno della Sala del Trono si trovano un trono reale e busti di alcuni re cambogiani.

Ingresso; è consentito dalle 07:30 alle 11:00 e dalle 14:30 alle 17, e visto che si tratta di un luogo religioso, occorre essere adeguatamente vestiti, avendo cura di coprire spalle e gambe; niente paura se ve li siete dimenticati, perchè all'ingresso troverete sempre qualcuno che vi venderà parei o magliette xxl. Se sperata di potere fotografare i monaci, mentre si aggirano nei giardini, il momento migliore è la mattina presto.

Foto del Palazzo reale di n.hewson | mendhak.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO