Fastjet lancia la sfida a Easyjet, ovvero Easyjet va alla guerra contro Easyjet

Webpage-fastjet-di-stelios

Fastjet; per ora è solo una pagina web, poco più di 50 righe di istruzioni, un'icona, due righe di testo bianche, su di uno sfondo rosso, ma Fastjet.com, "cachato" ieri e non ancora indicizzato da google, già fa parlare di se, facendo perdere il sonno al management di EasyJet, una delle più importanti low-cost del mondo.

Nuova low-cost; insomma è bastato che Sir Stelios Haji-Ioannou annunciasse di voler intraprendere una nuova avventura commerciale, di lanciare una nuova low-cost, che per ora di concreto ha solo una pagina web, che quelli della EasyJet reagissero con l'accusa di concorrenza sleale, in quanto Sir Stelios avrebbe sottoscritto un accordo di non-concorrenza.

Antefatto; il fatto è che dallo scorso anno Sir Stelios non fa più parte del consiglio d'amministrazione della società, della quale conserva il 38% delle azioni, e da quel momento non sono mancate le sue pubbliche critiche fatte alle mosse della società, come da ultimo quella di acquistare nuovi velivoli per un mercato che Sir Stelios giudica saturo.

Easyjey ha paura?; il fatto è che Sir Stelios non è un socio qualsiasi, ma il socio fondatore, il 28enne che nel 1995 fondò la compagnia, quello che nel 2000 la portò in borsa a Londra una società, da cui sono nate EasyCar, EasyCruise, EasyBus, EasyHotel, della holding EasyGroup, che da lavoro ad oltre 10.000 persone, capace di tener testa a Mr. O'Leary di Ryanair, e che ora chiede ad EasyJet un dividendo di 72 milioni di sterline. Impauriti forse no, ma preoccupati penso proprio di si.

Via The Mirror.

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: