I consigli Lonely Planet per le nostre foto di viaggio

Tramonto a Parigi

Per me, viaggiare e fotografare sono due verbi che vanno di pari passo: posso assicurarvi che ovunque vada la mia fida reflex è con me, per essere sicuro di non perdere neanche un momento del viaggio, questo perchè ogni istante è unico e irripetibile.

Non vado alla ricerca della foto perfetta, sopratutto per mancanza di tempo: di solito cerco di immortalare momenti particolari, anche se l'immagine in sè non è propriamente da vetrina. Al contrario, se si cerca la foto da cartolina bisogna armarsi di tempo, pazienza, tecnica e una buona dose di tempismo, come ci insegna Richard I'Anson, autore di questo utile articolo sulla fotografia.

Ben 15 suggerimenti, tutti, a mio avviso, da ricordare - compreso l'ultimo, "riposate", e chi va in giro 12-15 ore al giorno con l'attrezzatura fotografica sa bene di cosa parlo. Qui ne riporto tre, per gli altri c'è il post originale:

1) I panorami? Rigorosamente all'alba e al tramonto: niente di peggio della piena luce del giorno, o della buia notte.
2) Volete fotografare la vita nella, che so, piazza principale della città? "Appostatevi", magari comodamente seduti ad un bar, con buon anticipo rispetto all'ora di punta (pranzo, cena, chiusura degli uffici o delle banche...)
3) Volete catturare scorci suggestivi della città evitando la folla? Rigorosamente nel primo pomeriggio, nei giorni lavorativi, quando c'è meno gente in giro.

Via | Lonelyplanet.com
Foto | The World According To Marty

  • shares
  • +1
  • Mail