Sponz Fest 2014, avventura itinerante in Alta Irpinia

Dal 20 al 31 agosto il festival itinerante ideato da Vinicio Capossela

Un altro festival in cui musica, gastronomia, tradizione, innovazione e divertimento si fondono. E' lo Sponz Fest, festival itinerante creato da Vinicio Capossela che si terrà dal 20 al 31 agosto lungo la tratta ferroviaria Avellino-Rocchetta, nell'Alta Irpinia.

Lo Sponz Fest - Mi sono sognato il treno è solo alla sua seconda edizione ma dopo il successo dello scorso anno ha moltiplicato i giorni ed ampliato programma e tappe da toccare: lungo la tratta infatti ci si fermerà nei paesini di Aquilonia, Andretta, Cairano, Conza della Campania, Lioni, Monteverde, Morra de Sanctis, Teora. Paesini sorti lungo la tratta ferroviaria costruita nel 1892 e dismessa dal 201o, unica e preziosa rete comunicativa che univa gli irpini al reto d'Italia.

Musica, cultura e tante iniziative: nel vasto programma del festival c'è veramente di tutto. C'è Dan Fante, figlio di John Fante, ci sono le inconfondibili sonorità balcaniche della Fanfare Ciocarlia e la musica tuareg dei Tinariwen. Con la musica si viaggia e si arriva fino in Grecia, con il rebetiko di Dimitri Mistakidis.
All'interno del festival ci sarà inoltre un concorso per cortometraggi dedicati a matrimoni, un cineforum - con la proiezione della versione restaurata di Matrimonio all’italiana di Vittorio De Sica - e quella di filmati di nozze a Calitri e, per l’occasione, musicati dal vivo da Vinicio Capossela e La Banda della Posta.

Dodici giorni di camminate, passeggiate, incontri, "bivacchi da campo", musica, concerti, giochi per grandi e per meno grandi, feste di paese, alla scoperta di una parte d'Italia, l'Irpinia, bella ma poco considerata.
Il programma con il calendario degli eventi, le strutture ricettive, i modi per raggiungere i posti (è previsto anche un servizio di car pooling), è sulla pagina ufficiale del Festival.

logo-calitri-sponz-2014

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO