Perù: alla scoperta dei misteri delle Linee di Nazca e del Lago Titicaca

Misteri e stranezze: oggi andiamo a parlare delle Linee di Nazca e del Lago Titicaca in Perù. Teoria su chi le abbia disegnate e a cosa servano?

Oggi parleremo di una meta viaggio fra le mie preferite: il Perù. Da sempre nella top ten del mio ideale taccuino di viaggio, ecco che oggi ci occuperemo di un aspetto particolare del Perù, quello più misterioso: le Linee di Nazca. E già che ci siamo andiamo anche a dare uno sguardo al lago Titicaca: in fin dei conti non si può arrivare fino in Perù e non andare a vedere queste due meraviglie. Chi ha creato le Linee di Nazca? A cosa servono? Qui ci servirebbe un team composto da Piero e Alberto Angela, Roberto Giacobbo e Martin Mystere per scoprire il segreto.

I misteri delle Linee di Nazca


Linee di Nazca

Foto del Linee di Nazca e lago Titicaca

Le Linee di Nazca sono in teoria dei geoglifi, ovvero delle linee tracciate non si sa bene da chi e perché nel deserto di Nazca. Questo deserto è un altopiano arido che si estende fra le città di Nazca e Palpa, nella zona meridionale del Perù. Pensate che in questa zona ci sono più di 13.000 linee. Le linee sono state tracciate togliendo le pietre contenenti ossidi di ferro dal deserto, creando così un contrasto con le pietre sottostanti più chiare. I disegni sono rimasti praticamente intatti anche perché il vento è scarso e il clima è stabile.

La maggior parte delle Linee di Nazca si trovano su superfici pianeggianti, tuttavia se ne trovano anche sui lati delle colline e qui curiosamente raffigurano quasi sempre figure umanoidi. La profondità dei solchi di solito non supera i trenta centimetri. Le figure rappresentano animali, vegetali, umani, labirinti e svariate figure geometriche. Le figure più note sono: l'albero, le ali (o conchiglie a seconda di come le guardate), l'alligatore, l'astronauta, la balena, il cane, il colibrì, le conchiglie, il condor, l'iguana, il lama, la lucertola, le mani, l'orca mitologica, il pappagallo, il pellicano (o alcatraz), il ragno, la scimmia, il serpente, la spirale e la stella.

Il modo migliore per apprezzare le Linee di Nazca è sorvolarle in aereo o elicottero. Il tour sarà ovviamente un po' più caro rispetto ad andarci con mezzi di terra, tuttavia da terra è impossibile vederle in tutta la loro magnificenza. Le Linee di Nazca si trovano a 20 km a nord dell'abitato sulla Carretera Panamericana, qui è stato costruito un Mirador o Torre d'Osservazione, però da qui si vedono massimo tre figure e neanche benissimo.

Il lago Titicaca


Da vedere assolutamente anche il lago Titicaca. Situato fra Perù e Bolivia, è un lago navigabile (consigliata la crociera sul lago) e si trova a 3.812 metri sopra il livello del mare (è il lago navigabile più alto del mondo), profondo massimo 281 metri. In realtà il lago Titicaca è formato da due bacini, separati dallo Stretto di Taquina. Il più grande è quello settentrionale e si chiama Lago Mayor o Chuchuito; il più piccolo è il Lago Menor o Huinamarca e si trova nella parte meridionale.

La sua particolarità, inoltre, è di avere un'acqua molto trasparente e le montagne vi daranno l'illusione di essere vicinissime, in realtà sono distanti chilometri. Il lago Titicaca propone diverse isole: fra le più grandi ricordiamo Isla de Titicaca e Isla Coati, note anche come Isola del Sole e Isola della Luna. Particolari e assolutamente da vedere anche le isole galleggianti degli Uros.

Foto | Guido61270

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO