Da Vienna a Trieste, inaugurato il Sentiero Europeo della Pace

Ieri, 28 luglio 2014, è stato inaugurato il Sentiero Europeo della Pace.


Ieri l'Impero d'Austria e Ungheria ha dichiarato guerra alla Serbia, in conseguenza dell'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando, avvenuto un mese prima a Sarajevo. Oggi si attendono le reazioni delle altre potenze europee. 29 luglio 1914, ancora non lo sapevano, ma la Prima Guerra Mondiale era iniziata il giorno prima.

Quella che nei piani dei militari avrebbe dovuto essere una guerra lampo, si sarebbe poi conclusa definitivamente l'11 novembre del 1918; quattro anni dopo. Quattro anni durante i quali si contarono 9 milioni di morti tra i militari, 7 milioni di morti tra i civili.

Ma quell'immensa carneficina non bastò a tracciare nelle nostre menti l'idea Mai Più; una carneficina ancora più grande attendeva il suo tempo tra le macerie d'Europa. Mai più guerre in Europa, sembrava fatta dopo la seconda guerra mondiale, ma le guerre nei Balcani prima, e quella in Ucraina oggi, dicono che la pace non è per sempre; va coltivata.

Innanzitutto con il ricordo condiviso di quell'immane tragedia; Mai Più. E poi con iniziative come quella lanciata ieri dell'European Peace Walk, Il Sentiero Europeo della Pace.

Ieri, a cent'anni da quella data, il 28 luglio 1914, il primo gruppo di persone è partito da Vienna, per percorre a piedi i 550 chilometri che la separano da Trieste. Oggi un altro gruppo è in partenza sullo stesso sentiero, ed anche domani e dopodomani.

Per due settimane, ogni giorno, un gruppo di 50 persone partirà per compiere in 23 giorni questa "passeggiata storica", attraverso 6 stati europei, feroci nemici ieri, alleati europei oggi. Per ricordare e condividere il nostro Mai Più.

Mobilitazione Generale

Foto Wikimedia Commons.

Vota l'articolo:
4.33 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO