L'isola di Djerba, cosa vedere e visitare a Gerba

Che ne dite se oggi la nostra bussola ci porta sulla fantastica isola di Djerba? Andiamo dunque a scoprire cosa vedere e visitare a Gerba, Tunisia.

Oggi faremo tappa all'isola di Djerba o Gerba, chiamatela come preferite. Stiamo parlando di una nota isola al largo della Tunisia, la più grande isola del Nordafrica: sita nel golfo di Gabes, è una meta viaggio molto ambita dai turisti. La particolarità di Djerba è che qui potrete ancora sentire parlare la lingua berbera. Arrivare a Djerba è abbastanza facile in quanto ha un suo proprio aeroporto, l'aeroporto di Djerba-Zarzis, ci sono anche parecchi voli low cost che lo utilizzano per le loro tratte. Ma che cosa c'è di bello da vedere a Djerba?

Cosa vedere a Djerba



Cucciolo di cammello sul'isola di Djerba

Foto dell'isola di Djerba


L'isola di Djerba è famosa per essere la Perla del Mediterraneo

: questo titolo vi assicura spiagge bellissime, acque turchesi, palme e sabbia bianca. Le spiagge orientali sono considerate da tutti le migliori (sono attrezzatissime e propongono hotel e resort che affacciano direttamente sul mare), ma questo vuol anche dire che sono quelli più affollate. Il mare è particolarmente limpido, cosa che rende felici tutti gli amanti degli sport acquatici. Se volete hotel, locali, negozietti allora ricordatevi di andare nelle città costiere di Aghit, Midoun (particolarmente ricca di mercatini), Seguia e Sidi Mahrez. Ricordatevi di fare un salto anche alla laguna di Djerba con le sue dune, qui potrete fare delle foto spettacolari. Se invece amate i cammelli, è possibile fare escursioni anche di più giorni a dorso di cammello, soprattutto sulle dune di sabbia di Douz, mentre per gli amanti dei volatili vale la pena di fare un giro sulla penisola dei Fenicotteri Rosa. Mahboubine, invece, possiede i più bei giardini dell'isola.

Da visitare anche il capoluogo di Djerba, Houmt-Souk: qui troverete delle case bianche che sembrano quasi un alveare, il loro nome è Menzel. Qui ci sono tantissimi alberi di ibisco e i tradizionali souk, ovvero i mercatini con tutto il loro corollario di urla e contrattazioni. Altre città rinomate sono Guellala, patria dell'artigianato locale e sede del Museo del Patrimonio Tradizionale Tunisino e Hara Kbira e Hara Srira. Altra visita da non perdere è quella alla Marina di Djerba, con il porto dei pescatori e le tradizionali anfore per la pesca al polipo. Altra meta preferita dai turisti è la fortezza di Borj el-Kebir.

Djerba ha anche un'altra particolarità: qui si trova una comunità ebraica (anche se il numero di membri si è ridotto soprattutto nel corso del XX secolo). Ecco che allora non può mancare la visita a El Ghriba, un'antica sinagoga molto famosa nel mondo che si trova nel villaggio di Hara Sghira o Er-Riadh. Tutta bianca, finestre e porte azzurre, ricordatevi di andare a vedere i celebri cilindri d'argento. A Djerba poi troverete anche diverse moschee, abbiamo le Moschee dei Turchi e la Zaouia di Sidi Brahim.

  • shares
  • +1
  • Mail