Ellis Island, quando i migranti eravamo noi

Ellis Island è un isolotto alla foce del fiume Hudson, nella baia di New York. Dal 1892 al 1954 è stato il principale punto d'ingresso per gli immigrati che sbarcavano negli States.

"Che ci vengono a fare qui", dicono molte volte gli italiani riferendosi ai migranti che ogni giorno cercano di sbarcare sulle nostre coste.
Bene, se siete stati ad Ellis Island, è difficile che vi facciate questa domanda. Un luogo in cui le speranze e i sogni, ma anche le sofferenze e le disillusioni di milioni di emigranti si trovano racchiuse nelle mura di questo edificio che sorge su un isolotto poco distante dalla Statua della Libertà.

DSCN0395

Ellis Island è un isolotto alla foce del fiume Hudson, nella baia di New York.  Antico arsenale militare, dal 1892 al 1954 è  stato il principale punto d'ingresso per gli immigrati che sbarcavano negli States provenienti da ogni parte del mondo. Dopo la sua chiusura, nel 1954, l'edificio è stato trasformato nell'Ellis Island Immigration Museum e raccoglie la storia migratoria di oltre 22 milioni di persone provenienti principalmente dall'Europa meridionale e orientale.

Ad Ellis Island venivano trasportati solo i passeggeri provenienti dalla terza classe che sbarcavano al porto di New York: qui venivano sottoposti ad una severa ispezione dal personale del centro di immigrazione. A quelli che occorreva un ulteriore esame, veniva fatto un segno specifico con il gesso sulla schiena; dopodiche venivano registrati, interrogati e se idonei venivano convogliati verso il New Jersey, altrimenti rispediti nei loro paesi d'origine.

ellis1

Un toccante pezzo di storia su quella che molti chiamarono "L'isola delle lacrime": migliaia sono i turisti che ogni giorno si recano in visita al Museo alla ricerca di pezzi di storia e delle radici dei loro antenati partiti per l'America in cerca di fortuna.

Il Museo di Ellis Island è visitabile utilizzando il medesimo biglietto e traghetto che consente l'accesso anche alla vicina Statua della Libertà. Si parte da Battery Park - vi consigliamo di andare la mattina presto, perchè la fila è sempre molto lunga, oppure di prenotare online con largo anticipo - e con lo stesso ferry boat  si visita prima la Statua e poi il Museo. Il costo del biglietto (traghetto + museo + statua) si aggira intorno ai 15 dollari, a cui si aggiungono 8 dollari se richiedete l'audioguida all'ingresso.

  • shares
  • +1
  • Mail