Cosa fare a New York secondo... un newyorchese

Staten Island Ferry

Stavo leggendo con interesse questa intervista su Lonelyplanet.com, che parla di come i turisti vengano visti a New York (niente panico, siamo ben visti, tutto sommato) e mi sono soffermato sui consigli che Ali Lemer, newyorchese da tre generazioni, dà a chiunque visiti New York City: le cose da fare e quelle da evitare. Ali dice più o meno così:

Le persone che per tutta la durata della vacanza stanno a passeggiare a Times Square, a pattinare sul ghiaccio al Rockefeller Center, o che si fanno un giro in carrozza a Central Park non hanno colto l'essenza della città. Consiglio, invece, di godersi uno spettacolo Off-Broadway (che vuol dire una piccola produzione in un teatro minore, non le mega-produzioni di Broadway), un giro in un jazz club o un'opera al Met. Fatevi un giro in uno dei mercati della città, come quello di Union Square (ve ne parlo qui). Passeggiate a Chinatown, Soho, Chelsea, o nell'East Village. Prendete la metro e recatevi nei quartieri fuori Manhattan: Brooklyn, Queens e il Bronx. E se volete qualcosa del tipo "cartolina da New York", prendete un hot dog e salite sullo Staten Island Ferry: la migliore cena economica della città sul miglior giro in nave gratuito della città.

Che dire? Sottoscrivo!

Foto | mgendelman

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: