10 cose da non fare a New York

Oggi andremo a vedere una classifica in negativo, ovvero dieci cose da non fare assolutamente a New York.

Questa è una classifica al contrario. Di solito quando si parla di una città, si elencano le cose da fare e da vedere. Questa volta, invece, andremo a vedere dieci cose da non fare a New York. In genere i newyorchesi non sono esattamente famosi per la loro educazione nei confronti dei turisti, ma spesso questo accade perché la maggior parte dei turisti non sanno come comportarsi nella Grande Mela. Ecco perché oggi andremo a vedere le norme di comportamento da tenere a New York, andando soprattutto a vedere cosa non bisogna fare.

Cose da non fare a New York


Maltempo a New York

Viste panoramiche di New York

Cominciamo. Prima di tutto: mai salire su un vagone della metropolitana vuoto. Se tutti sono pieni e solo quello è vuoto, ci sarà un motivo: magari l'aria condizionata è rotta, ci sono fluidi organici di qualche tipo sul pavimento, è una carrozza infestata dai fantasmi, c'è un cattivo odore... se tutti i newyorchesi la snobbano e preferiscono stare come sardine nelle altre, ci sarà un motivo. Mai e poi mai fermarsi in mezzo al marciapiede. La maggior parte dei newyorchesi va a piedi, quindi i marciapiedi sono sempre affollatissimi. Se non volete essere insultati o travolti da gente che sta andando al lavoro ed è di fretta, non fermatevi in mezzo al marciapiede a scattare foto o a consultare la cartina: la buona educazione della Grande Mela prevede che vi spostiate di lato sul marciapiede, qui è lecito fermarsi, in mezzo no. E direi la stessa cosa vale per i ciclisti sulle nostre piste ciclabili, ma questo è un altro discorso.

Non abbiate paura di chiedere aiuto ai newyorchesi se vi siete persi, ma ricordatevi sempre di essere estremamente gentili. Ai newyorchesi piace sfoggiare le loro conoscenze della Grande Mela, ma solo se apostrofati cordialmente e con un sorriso. Possibilmente non andate a mangiare in uno dei tanti ristoranti delle varie catene: se volete mangiare da McDonald, potevate stare nella vostra città. Mangiate nei locali tipici del posto, ma questa regola vale ovunque.

Mai camminare in gruppo sul marciapiede occupandone l'intera ampiezza (regola che dovrebbe valere anche per i ciclisti nostrani sulle piste ciclabili). I newyorchesi vivono e lavorano a New York, è normale che non adottino la tipica camminata lenta del turista, vanno veloci (altra cosa che vale ovunque) perché lì ci lavorano, quindi non bloccate l'intero marciapiede. Preferibilmente camminate sul lato destro, in piccoli gruppetti, incolonnati. Non limitatevi a visitare solo Manhattan: ricordatevi che a New York ci sono anche Brooklyn, Queens, Staten Island e il Bronx. E qui locali e ristoranti costano anche di meno.

Non sprecate soldi per una crociera che vi conduce intorno alla Statua della Libertà: il traghetto che vi conduce a Staten Island passa per gli stessi posti e costa molto di meno. Ed è pure gratuito. Non bloccate le uscite della metropolitana. Quando salite sul vagone, spostatevi al centro del medesimo o cercate un posto da sedere: non fermatevi in gruppo davanti alle porte per le prossime dieci fermate impedendo così ai newyorchesi (che ricordo che lì lavorano e vivono e che non hanno tempo da perdere per i comportamenti maleducati dei turisti) di salire e scendere.

Se non potete permettervi l'ingresso a uno dei musei di New York, controllate sulle apposite guide che non sia uno di quelli dove il prezzo del biglietto di ingresso è solo suggerito: molti musei di New York suggeriscono il prezzo di ingresso, ma in realtà vi permettono di pagare quanto desiderate. Non sprecate tempo e soldi affittando un auto, passando la metà del vostro tempo imbottigliati nel traffico o a cercare passeggio: New York ha un sistema di mezzi pubblici eccezionali, fra autobus e metropolitana, sfruttateli.

Via | Smartertravel

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 23 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO