Cagliari: le voragini sottomarine della spiaggia del Poetto


Ancora problemi e disagi per turisti e bagnanti sull'arenile del Poetto, a Cagliari. Qualche tempo fa erano i rifiuti a creare sconcerto, tanto da rendere necessarie delle apposite pattuglie di sorveglianza contro che li lasciava in spiaggia. Ora il Poetto, forse perseguitato da qualche ancestrale maledizione, sembra diventato addirittura pericoloso, con voragini che "aspirano" i bagnanti.

Il problema sarebbe nato con il ripascimento dell'arenile, cioè con la sabbia che vi è stata riportata per compensare l'erosione. Questa operazione - forse eseguita non proprio alla perfezione - avrebbe creato un dislivello molto accentuato tra la spiaggia e il mare:

il fenomeno di origine naturale, forse accentuato da una sorta di destabilizzazione nel sistema sabbioso dopo il ripascimento del 2002 impone di tenere sotto controllo le indicazioni sulla balneazione: con la bandiera rossa è sconsigliato avventurarsi tra le onde! La causa principale in tutti i casi è l’alta marea ed i banchi da sabbia, profondi circa 150 centimetri che quest’anno si sono venuti a creare nella spiaggia del Poetto.

Le correnti, dovendo ancora metabolizzare l'intervento dell'uomo, creerebbero quindi dei buchi piuttosto profondi e localizzati sempre in luoghi diversi: nelle voragini si svilupperebbe addirittura un sistema che risucchia i nuotatori verso il fondo. Meglio quindi dotarsi di braccioli e ciambella prima di fare il bagno al Poetto.

Foto | Flickr

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 21 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail