48 morti a Mpeketoni, ma viaggiare in Kenya è sicuro?

Assalto degli estremisti islamici contro la città costiera di Mpeketoni, in Kenya.



L'isola di Lamu.

Non c'è solo l'avanzata dell'Isil in Iraq nella cronaca internazionale di questi giorni: i miliziani del gruppo estremista Shebab, di origine somala, hanno infatti portato un attacco contro la città costiera di Mpeketoni, Kenya occidentale, facendo - secondo i primi bilanci - almeno 48 morti. Bilancio che potrebbe però essere destinato a crescere ulteriormente. Continua su Cronaca ed Attualità

Il terrorismo internazionale si fa sempre più aggressivo, e dopo tutti i focolai di guerra, terrore e morte nell'Oriente, più o meno vicino, dopo l'Egitto, dove ancora vige lo sconsiglio (dove si può andare in Egitto?), ecco che i terroristi tornano a colpire in Kenya.

Mpeketoni, 25.000 abitanti sulla costa del paese, si è sviluppata negli anni '70 come centro di accoglienza per tutti i kenioti, rimpatriati dai paesi vicini e senza mezzi di sostentamento propri. Centro di attività per ONG tedesche ed olandesi, si trova a soli 30 chilometri dall'isola di Lamu ed a 180 chilometri a nord della "italianissima" Malindi.

Quasi tre anni fa i terroristi, provenienti dalla vicina Somalia, uccisero un turista inglese, sull’isola di Kiwayu, una delle più settentrionali isole che formano l’arcipelago di Lamu, e ancora quest'anno, tutta una serie di attentati terroristici tra Nairobi e a Mombasa, hanno causato il consiglio del nostro MAE, di evitare gli spostamenti nei luoghi più affollati, e di affidarsi ad operatori turistici di provata esperienza, per gli spostamenti all'interno del paese.

In conseguenza di quest'ultimo attentato, ci si aspetta un nuovo avviso sul sito ufficiale del Governo Italiano ViaggiareSicuri. Permane lo sconsiglio (ma cosa significa lo Sconsiglio?) nelle regioni aride e remote del Centro Nord del Paese.

Distanza Mpeketoni-Malindi

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO