I grandi buchi della Terra, l'ex miniera di diamanti in Sud Africa

Della serie i Grandi Buchi della Terra, The Big Hole in Sud Africa.


Dal 1872 al 1914 più di 50.000 minatori hanno lavorato per "creare" questo grande buco nella terra, pagando un grande tributo in termini di vite umane, a causa dei pericoli legati all'attività estrattiva, ma anche a causa delle cattive condizioni igenico-alimentari in cui si sono, loro malgrado, trovati a lavorare.

Stiamo a Kimberly in Sud Africa, una città di 250.000 abitanti letteralmente nata intorno a questa grande ex-miniera di diamanti. Una delle più grandi di sempre, qualcuno ha calcolato che ha fruttato qualcosa come 3.000 chilogrammi ( 14.504.566 carati) di diamanti, la più grande scavata senza utilizzare strumenti meccanici.
Kimberley Mine sud africa 2

The Big Hole, come si chiama oggi questo grande buco, ha una superficie di 17 ettari, per 463 metri di larghezza. Quando si smise di scavare, aveva raggiunto una profondità di 240 metri, poi parzialmente ridotta a 215 metri, dai detriti che vi furono gettati dentro. Dal quel lontano 1914, 100 anni fa, ha accumulato circa 40 metri di acqua, lasciando quindi 175 metri di "buco" ancora visibili.

Oggi The Big Hole è un'attrazione turistica di Kimberly, si sta anche provando a farla rientrare nella lista UNESCO del Patrimoni dell'Umanità, con tanto di museo che oltre ad esporre pietre preziose, conserva "reliquie" dell'epoca della Corsa ai Diamanti in Sud Africa.

Vedi anche la più grande miniera al mondo a cielo aperto i Siberia, il Glory Hole della diga di Monticello in California, la piscina naturale nel deserto dell'Oman e il grande buco blu nei Caraibi del Belize.

Kimberley Mine sud africa
Foto Wikimedia Commons.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su Apple Store e su Google Play ed è gratuita.
Vota l'articolo:
4.04 su 5.00 basato su 24 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO