Romania: il Castello di Dracula è in vendita, aglio e paletti di frassino pronti?

Ok, non sto nella pelle, il sogno di una vita potrebbe realizzarsi: hanno messo in vendita il Castello di Dracula in Romania! Ora non mi resta che trovare i soldi per acquistare il Castello di Bran, problema non da poco.

Aglio? Ce l'ho. Crocifissi? Ce l'ho. Paletti di frassino? Ce li ho. Ok, direi di essere pronta: mi candido come acquirente per il Castello di Dracula in Romania. Scherzi a parte (anche se non stavo scherzando, l'unico ostacolo che mi impedisce l'acquisto è la carenza del vil denaro), pare che il Castello di Dracula in Romania sia stato messo in vendita niente meno che dall'arciduca Dominic d'Asburgo, augusto discendente della casata reale rumena. A dare la notizia è stato il Daily Telegraph, ma mi sorge spontanea una domanda: Dracula che ne pensa di tutto ciò?

Il Castello di Dracula aka Castello di Bran in vendita


Castello di Dracula

Pare che le trattative per l'acquisto del Castello di Dracula, sito nella Romania centrale, siano segretissime e siano nelle mani dello studio legale di New York Herzfeld e Rubin. Mark Meyer dello studio legale ha così dichiarato: "Se qualcuno viene da noi con una offerta ragionevole guarderemo a chi abbiamo di fronte, a cosa propone e poi considereremo la sua offerta". Ok, posso mettere mano subito a duecento euro rompendo il porcellino salvadanaio, la considereranno un'offerta ragionevole?

Il guaio è che è difficile stabilire un valore esatto per questo castello medievale, intriso di miti e leggende. Qui venne tenuto prigioniero Vlad l'Impalatore, personaggio storico realmente esistito e da cui Bram Stoker trasse il suo Conte Dracula. L'ultima stima fatta da Forbes risale ormai ad alcuni anni fa ed era sull'ordine dei 140 milioni di dollari, pari a circa 100 milioni di euro. Ok, allora è inutile che vada a spaccare il salvadanaio.

Ma perché mai l'arciduca Dominic avrebbe deciso di vendere quello che considera il suo "gioiello"? Beh, mi viene in mente che possa aver bisogno di soldi o che mantenerlo vada oltre le sue possibilità economiche o che Dracula lo stia infestando ancora. Certo è che l'arciduca vorrebbe che il castello rimanesse una meta turistica (anche se in effetti ha bisogno di urgenti lavori di restauro e di rilancio), ecco perché lo ha offerto alla Romania per 80 milioni di dollari.

Ricordiamo come il Castello di Bran sorga sull'antico confine fra la Transilvania e la Valacchia. Diciamo che il maniero ha ispirato Bram Stoker nella descrizione del Castello di Dracula, ma in realtà non è mai appartenuto al principe Vlad III di Valacchia, in quanto il vero castello di Vlad era quello di Poenari, distrutto. Il castello venne confiscato nel 1948 dal regime comunista e solamente nel 2006 venne restituito agli Asburgo. Per tre anni, il castello è stato trasformato in un museo pubblico e solo successivamente gli Asburgo hanno potuto trasformarlo in meta turistica, arredandolo con pezzi d'epoca.

Ho già detto che voglio il Castello di Dracula? Voi ci andreste a dormire? E quanti di voi porterebbero con sé crocifissi, aglio e paletti di frassino?

Via | Ansa

Foto | Jaysmark

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • +1
  • Mail